Barca in avaria in mezzo al mare con tre persone a bordo, salvataggio della Guardia Costiera

Barca alla deriva

Tre persone a bordo di un’imbarcazione in avaria nel mare di Catania sono state salvate dalla Guardia Costiera. E’ accaduto nella scorsa nottata di ieri 25 aprile. La richiesta di soccorso alla Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Catania è arrivata in piena notte da parte di un’imbarcazione di 18 metri con motore in avaria ed impossibilitata a manovrare, nel bel mezzo del Mar Jonio, a circa 50 miglia a est di Catania. A bordo tre persone, tutte di nazionalità britannica, partite da Riposto nel pomeriggio di ieri e dirette in Grecia. La sala operativa, attiva h24, ha immediatamente assunto il coordinamento delle operazioni di soccorso e considerata la distanza dell’intervento ha disposto l’uscita della motovedetta di guardia SAR CP 304 di stanza presso la Capitaneria di Porto di Catania, che dopo aver raggiunto l’imbarcazione, ha proceduto ad effettuare il trasbordo delle persone per il successivo rientro nel porto di Catania.

Contemporaneamente, l’imbarcazione in difficoltà è stata rimorchiata per un breve tratto, ma a causa della rottura dei cavi di rimorchio per l’eccessiva trazione è stata poi lasciata alla deriva. Durante tutta la durata dell’intervento di soccorso, la sala operativa della Guardia Costiera ha costantemente seguito l’andamento delle operazioni. Una volta giunta a Catania, intorno alle 08.00, la motovedetta della Guardia Costiera ha proceduto a sbarcare le persone soccorse, tutte in buono stato di salute, garantendo loro tutta la necessaria assistenza.

 “Si ricorda che – concludono dalla Capitaneria di Porto –, per le emergenza in mare, è attivo il numero blu 1530 gratuito sul tutto il territorio nazionale ed attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno”.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*