“Catania Tattoo Convention” al Palaghiaccio sino al 28 Aprile

L'interno del Palaghiaccio

Da domani, 27 Aprile, il via la terza edizione di Catania Tattoo Convention che si terrà al Palaghiaccio di viale Kennedy 8 A. La città etnea sarà vetrina internazionale del tatuaggio sino al 28 Aprile.
L’Etna, il mare e la vulcanica creatività catanese faranno da contorno alla manifestazione che ospiterà tantissimi artisti del tatuaggio di fama mondiale e sono già numerosissimi gli accessi al sito (cataniatattooconvention.it) e alla pagina Facebook (@CataniaTattooConvention.it) i dettagli dell’evento.

“Catania Tattoo Convention” sarà l’occasione per vedere all’opera i migliori tatuatori della scena. Infatti collegandosi al sito vi è già la possibilità di contattare uno degli oltre 170 tatuatori che saranno presenti alla due giorni e “affidarsi” al suo estro creativo per avere un’opera d’arte sulla pelle.

Ai piedi dell’Etna verranno i più noti artisti provenienti da America, Giappone, Argenitna, Brasile, Regno Unito, Francia, Spagna, Finlandia e Svezia, Ungheria nonché tantissimi da tutte le città d’Italia (Roma, Milano, Napoli, Arezzo, Genova, Bolzano, Verona, Vicenza e Pistoia solo per citarne alcune). Ci saranno i tatuaggi e non solo. “Catania Tattoo Convention” sarà anche concerti, mostre, laboratori e stand con libri, accessori, abbigliamento. L’apertura al pubblico sarà alle ore 11 e la kermesse terminerà alle 22.

“Siamo orgogliosi di aver portato anche per questa terza edizione tatuatori da ogni parte del mondo a esibirsi nella nostra Città, Catania per un fine settimana ospiterà i migliori esponentidell’antica arte del tatuaggio”, hanno dichiarato gli organizzatori. Vista la rilevanza dell’evento l’Amt triplicherà le corse della linea D in modo da rendere più agevole la viabilità e consentire a tutti si raggiungere il Palaghiaccio.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*