In Sicilia continua il progetto “Curriculum scolastico per assi culturali laboratorium vs auditorium”

Continua anche in questo mese di maggio, nelle sedi di Palermo e Catania, il progetto “Curriculum scolastico per assi culturali – laboratomium vs Auditorium”, promosso dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, iniziato lo scorso 5 aprile e che si concluderà il 29 maggio ed è rivolto ai docenti di tutte le discipline dei vari ordini e gradi della regione al fine di sviluppare il curriculum ambientale. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di supportare la progettazione e la sperimentazione delle istituzioni scolastiche, promuovendo la diffusione di <buone pratiche> e di attività in ambienti innovativi di apprendimento, al fine di sviluppare il senso di responsabilità e le capacità critiche degli alunni e degli studenti.

L’aspetto chiare per l’attuazione di tale obiettivo è rappresentato da un nuovo modus operandi, che trova ancora ostacoli nella scuola, improntato alla fattiva collegialità della progettazione e ad una metodologia didattica di tipo laboratoriale, che ruoti intorno all’attuazione di adeguati ambienti di apprendimento. Il principale riferimento normativo è rappresentato dal DM 139/2007, che pone la progettazione per “assi culturali” alla base della metodologia didattica, in maniera tale da promuovere i diversi stili di apprendimento e di certificare le competenze degli alunni. Sedi prescelte per le attività sono state Palermo (per la Sicilia occidentale, Istituto Professionale di stato per i Servizi di Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Pietro Piazza”) e Catania (per la Sicilia Orientale, Istituto Omnicomprensivo “Angelo Musco”.

Le attività sono coordinate dalla prof. Sebastiana Fisicaro, dirigente tecnico USR per la Sicilia, ed hanno visto la partecipazione di esperti in diverse discipline, coinvolti nelle attività laboratoriali nelle simulazioni di gruppo ed analisi di casi. Tra gli esperti intervenuti, nel corso degli incontri del 15, 16, 29 e 30 aprile, la dott. Manuela Mauceri dell’Università di Catania (che ha curato il laboratorio di sensibilizzazione alle dinamiche di gruppo); il prof. Alessandro Biondi (che ha curato la diffusione della piattaforma per docenti <weschool>); il dott. Roberto D’Arrigo, della Presidenza del Consiglio dei Ministri (che ha illustrato l’organizzazione, i compiti e le attività del Dipartimento della Protezione Civile nazionale); l’avv. Domenico Jelo, che ha curato la parte relativa al Project Management ed al setting d’aula. Per saperne di più sul progetto e sulle attività, è stata allestita una pagina facebook “Curriculum scolastico per Assi Culturali”.

Ulteriori informazioni sono anche reperibili nel sito dell’Istituto Omnicomprensivo “Angelo Musco” di Catania (www.icmusco.it).

Antonino Blandini

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*