Green economy: i temi dell’ambiente trattati dal convegno Federconsumatori ad Enna

Si è svolto questa mattina, nella Sala Convegni dell’Ospedale Umberto I di Enna, l’incontro organizzato dalla sezione ennese di Federconsumatori dal titolo “Il ruolo del Terzo Settore nella Green Economy“.

Presenti all’incontro, oltre alla presidente di Federconsumatori Enna avv. Enza Maria Bartoli, anche il presidente regionale e quello nazionale dell’associazione, Alfio La Rosa ed Emilio Viafora. Hanno partecipato alla discussione il dott. Giuseppe Stella del Dipartimento Prevenzione e Salute dell’Asp di Enna, il dott. Daniele Parascino, direttore dell’ARPA di Enna, il dott. Massimo Primavera, direttore di Coldiretti Enna, il dott. Fabio Varelli, presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi di Enna, e il dott. Franz Scavuzzo, presidente del circolo Erei di Legambiente.

Al centro del convegno sono stati temi importanti per la difesa dell’ambiente: il trattamento dei rifiuti, l’agricoltura sostenibile, la limitazione dello sfruttamento delle risorse non rinnovabili e la promozione delle energie rinnovabili.

La posizione di Federconsumatori su tutti questi temi è chiara e netta: bisogna fare un passo indietro, ripensare l’economia basata sul consumo sfrenato delle risorse e promuovere l’economia circolare. Quell’economia, cioè, che non conosce rifiuti perché tutto nasce per essere riciclato a fine vita. Ma non solo: è necessario anche puntare sulla decarbonizzazione dell’energia per ridurre le conseguenze dei cambiamenti climatici e, infine, ripulire l’agricoltura dall’eccessivo uso della chimica.

Il sistema lineare della nostra economia è in crisi – spiega la Bartoli – ma il lato positivo è che ci sono punti in cui si può intervenire. Deve nascere una nuova scuola di pensiero su sostenibilità e giustizia, chimica verde, energie rinnovabili riciclo ed economie locali“. Anche per questo Federconsumatori, insieme a Legambiente, Coldiretti e altre associazioni ha proposto uno stop all’uso del glifosato (un erbicida ormai riconosciuto come molto pericoloso per la salute umana e per l’ambiente) in agricoltura e sul verde pubblico.

Convegni come questo di oggi ad Enna – spiega Alfio La Rosa – servono anche per fare il punto sulle varie posizioni in merito all’economia circolare e al rispetto dell’ambiente. Registriamo con piacere che Federconsumatori non è sola nel portare avanti queste battaglie“. Gli fa eco, infine, il presidente nazionale Emilio Viafora: “La nostra associazione nasce per difendere i consumatori, ma anche per promuovere stili di consumo più sani per l’ambiente, la salute e l’economia. Se cambieremo modo di consumare – conclude Viafora – raggiungeremo l’obbiettivo di avere un impatto sull’ambiente minore, una salute più forte ed una economia più giusta in cui i lavoratori non vengono sfruttati“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*