“Prospettive 2 – film che raccontano le culture”, Trame di Quartiere alla ricerca di storie su Catania

Dal 11 al 13 ottobre si terrà nel quartiere di San Berillo a Catania la seconda edizione della rassegna cinematografica “Prospettive 2 – film che raccontano le culture”.

La prima edizione della rassegna, ”Prospettive – film che raccontano le città” è stata organizzata nel 2018 grazie al contributo del bando “Cineperiferie” promosso dal MiBAC, Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane e Direzione Generale Cinema. Lo scorso anno la rassegna ha registrato un’ottima affluenza di pubblico durante le proiezioni e i momenti di confronto sia a Palazzo de Gaetani che nelle vie limitrofe del quartiere San Berillo. Trame di Quartiere, nell’intenzione di dare continuità alla rassegna, propone quest’anno la seconda edizione dedicata al tema delle culture che abitano le nostre città. Curano la direzione artistica Maria Arena e la direzione organizzativa Verdiana Di Franco e Carolina Paternò di Raddusa.

Trame di Quartiere da sempre ha promosso l’utilizzo del linguaggio audiovisivo come strumento di indagine del reale, per questo motivo all’interno della rassegna è indetto un concorso per cortometraggi aperto a tutti, professionisti e non.

La partecipazione al concorso è gratuita ed è possibile partecipare scaricando la scheda di iscrizione dal sito https://prospettive.tramediquartiere.org/ e inviare il materiale richiesto entro e non oltre il 30 settembre. I corti proposti dovranno avere per tema il racconto delle culture che abitano le nostre città intendendo con il termine cultura le azioni di interpretazione che i soggetti fanno del proprio vivere. Cosa è e quale è la mia cultura se sono immigrato? Quali conflitti nascono, quali risultati derivano dall’ibridazione tra culture? Fino a che punto conflitti e ibridazioni sono riconoscibili su un territorio e quali riflessioni possono stimolare? Come viene declinato il tema delle culture rispetto all’abitare?

I corti dovranno stimolare uno sguardo positivo e attivo sul territorio e quindi proporre lo stravolgimento delle consuete “prospettive” stereotipate sui luoghi e/o sulle persone e proporre nuove “prospettive” con cui guardare e apprezzare le situazioni narrate. I corti finalisti saranno proiettati durante la serata conclusiva della rassegna, il pubblico decreterà il primo classificato a cui sarà attribuito un premio.

Il programma dettagliato con i nomi degli ospiti della manifestazione e i titoli dei film sarà reso noto a fine settembre.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*