Lo scambio casa cresce in Sicilia del 25% con la piattaforma HomeExchange

La stagione estiva rappresenta il grande terreno di prova per il settore turistico, anche per chi propone alternative alle soluzioni più convenzionali di pernottamento. HomeExchange, nato per accogliere la comunità degli adepti dello scambio casa, conferma i trend di crescita globale, già registrati nel primo semestre del 2019, e segna un’evoluzione del +33% dei pernottamenti nel periodo giugno-luglio-agosto dell’alta stagione, con un milione e mezzo di notti riservate sulla piattaforma. Con circa 450 000 alloggi in tutto il mondo, HomeExchange è oramai il punto di riferimento indispensabile per tutti coloro che scelgano la via dello scambio casa per le proprie vacanze.
La Sicilia contribuisce alla crescita della comunità italiana
L’Italia, dove sono circa 32 000 le abitazioni attualmente disponibili, rappresenta ovviamente un mercato di tutto rilievo: quarto paese per numero di scambi, anche qui la piattaforma è in costante crescita. Se nel primo semestre dell’anno i dati erano già stati molto incoraggianti, l’estate 2019 segna un’ulteriore evoluzione positiva, con il 25% in più di pernottamenti rispetto allo stesso periodo del 2018. Nei mesi di giugno, luglio e agosto, sono stati in effetti registrati circa 79 000 pernottamenti (2/3 di quelli che hanno avuto luogo dall’inizio dell’anno). In questo contesto positivo di crescita, la Sicilia è una delle regioni più interessate dallo scambio casa durante l’estate, merito certamente delle bellezze, culturali, naturali e gastronomiche: l’isola ha dunque registrato il 22% in più di pernottamenti rispetto all’estate scorsa, segno che anche qui la comunità dello scambio casa continua ad allargarsi.
Cos’è lo scambio la casa con HomeExchange?
Lo scambio casa permette a famiglie, coppie o gruppi di amici di disporre di un alloggio completamente attrezzato, immersi in un’esperienza più vicina allo stile di vita locale: un nuovo modo di viaggiare, flessibile ed economico, basato sui principi di ospitalità, libertà e fiducia HomeExchangesi distingue per la qualità del suo servizio e per il suo modello conviviale e collaborativo”, ha spiegato Benedetta Galassini, porta parola di HomeExchange per l’Italia. “Sempre più italiani scelgono lo scambio casa per le loro vacanze perché caratterizzato da autenticità e risparmio: circa il 30% delle spese di viaggio normalmente sostenute per l’alloggio in albergo od in altre sistemazioni convenzionali, viene risparmiato o investito in altre attività, contribuendo favorevolmente all’economia locale.
 
Maggiori informazioni su HomeExchange:Leader globale e comunità di scambio di case più affidabile al mondo, HomeExchange offre opportunità di vacanze autentiche, sostenibili e convenienti per tutti, attraverso lo scambio casa per le vacanze. Negli ultimi quattro anni, il CEO Emmanuel Arnaud e il presidente Charles-Edouard Girard hanno raccolto finanziamenti dell’ordine di 43 milioni di dollari. Dopo aver fatto crescere con successo la loro prima azienda, GuesttoGuest, Arnaud e Girard hanno acquisito Trampolinn, Itamos, HomeForExchange, HomeForHome e Knok. Nel 2017, hanno aggiunto al loro portafoglio il pioniere americano HomeExchange, poi la canadese EchangedeMaison.  Il 2018 segna una svolta, quando queste comunità sono state riunite sotto il loro marchio di punta, HomeExchange.  L’azienda ha un team di 100 membri e sedi centrali a Cambridge, Massachusetts e Parigi.
di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*