Serie C, Catania beffato al 90′ dal Bisceglie che pareggia (1-1) con l’ex Ebagua, primo pari della stagione al “Massimino”

Catania-Bisceglie 1-1

Neanche il ritorno di mister Cristiano Lucarelli, subentrato all’esonerato Andrea Camplone, è servito al Catania per tornare alla vittoria. I rossazzurri, infatti, impegnati in serata al “Massimino” con il fumoso e scarsamente pericoloso Bisceglie si sono fatti raggiungere (1-1) a fine partita da un gol dell’ex Ebagua, sprecando così una ghiotta occasione per incamerare tre punti. La squadra schierata da mister Lucarelli ha mostrato diverse novità rispetto a quella di Camplone, con Biagianti in difesa e Marchese a centrocampo, un 3-5-2 che a tratti è sembrato più vivo, compatto, ma che ha sempre evidenziato i soliti difetti: lentezza nella manovra, imprecisione negli appoggi, attacco poco concreto. Etnei che, dopo una traversa di Mazzarani ed il nervosimo di Di Piazza in avanti, sono riusciti a passare in vantaggio al 44′ con un colpo di testa di Mbende sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Il Catania di Lucarelli è apparso più propositivo, ha cercato di costruire di più, ma come al solito la squadra ha avuto il demerito di non chiudere la gara accontentandosi e difendendo quasi l’1-0. Nella ripresa sono subentrati Curiale, Bucolo, Biondi, Catania e Saporetti, ma non è arrivato il raddoppio e negli ultimi 15 i pugliesi si sono fatti sotto e decisiva è stata l’entrata in campo dell’ex Ebagua che proprio al 90′ di testa ha anticipato in area Saporetti battendo Furlan per l’1-1. Nei 5′ di recupero i rossazzurri hanno provato a riportarsi in vantaggio ma la gara si è chiusa sull’1-1. Pari beffa per un Catania a tratti più volenteroso ma che ancora dovrà lavorare molto per assimilare la cura tutta grinta di Cristano Lucarelli. Ed intanto domenica al “Massimino” (stasera con pochi tifosi sugli spalti) arriverà il Bari.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*