Grande partecipazione ieri alle “Feste del Rugby” 2019, evento promosso da FIR, ANSF e Polizia Ferroviaria alla “Cittadella” di Catania

Feste del rugby Catania 2019

Sebbene nel week end il sole che caratterizza la Sicilia non abbia fatto capolino, lasciando – purtroppo – spazio alla pioggia, per fortuna non troppo intensa, ai nuvoloni e al clima instabile, la risposta alle “Feste del Rugby” 2019 di Catania, evento andato in scena ieri mattina negli impianti sportivi del CUS Catania (Cittadella universitaria), è stata oltremodo positiva grazie alla partecipazione di circa un migliaio di piccoli atleti e futuri rugbisti, provenienti da tutta la Sicilia e dal sud della Calabria. Bambini e ragazzi (dall’Under 6 all’Under 14), ma anche giovanissime atlete, delle scuole e dei club siciliani e calabresi, si sono sfidati sui campi allestiti all’interno degli impianti sportivi messi a disposizione dal CUS Catania, sotto lo sguardo attento degli educatori e dei tecnici presenti. Notevole la presenza di forze, armate e non, per il successo di un evento ospitato per la terza volta nel capoluogo etneo. I testimonial d’eccezione della manifestazione, organizzata ancora una volta in totale sinergia tra FIR, PolFer e ANSF (Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria), sono stati l’ex azzurro Mauro Bergamasco, sempre impegnato nell’attività di affiancamento ai piccoli atleti, insieme ad Aura Muzzo, tre quarti centro della nazionale femminile italiana.

Un momento della manifestazione

Tutta la soddisfazione per l’ottima riuscita della giornata, aldilà delle condizioni climatiche instabili, è stata espressa dal responsabile scuole e promozione della FIR, Tullio Rosolen: “Sono estremamente soddisfatto perché l’evento è andato molto bene e tutto ha funzionato a meraviglia. L’obiettivo era quello di far vivere una bella giornata a tutti i ragazzi presenti, con un occhio di riguardo al rispetto delle regole. Ho visto proprio i ragazzi divertirsi sul campo, giocando anche sotto la pioggia senza curarsene, di ciò sono davvero fiero. Fondamentale in questo senso la collaborazione da parte di educatori e tecnici del Comitato siciliano che sono riusciti a gestire al meglio la situazione, insieme al coinvolgimento di musicanti e artisti da strada che hanno fatto in modo di tener sempre viva l’attenzione dei bambini, facendo vivere loro una vera e propria festa. Ci sono tutti i presupposti – ha concluso Rosolenper proseguire negli anni con questa attività e tornare in Sicilia”.

Presenti alla giornata catanese i rappresentanti della Polizia Ferroviaria, in special modo la Dirigente della PolFer di Messina, Alessandra Oliverio, insieme all’ing. Antonio Pagano dell’ANSF che ha partecipato a tutte le attività della festa. “Una splendida mattinata – ha sottolineato il funzionario dell’ANSF – soprattutto per l’atmosfera che si è creata nonostante le condizioni meteo instabili. Tanti bambini pronti a mettersi in gioco e curiosi di conoscere meglio le regole sulla sicurezza ferroviaria. Lo sport è un importantissimo veicolo di educazione a 360 gradi”.

Molto apprezzata la visita del primo cittadino di Catania, Salvo Pogliese, che non ha voluto mancare in ragione del suo legame forte con il rugby: “Catania ha risposto ancora una volta presente alle richieste della FIR – il pensiero del sindaco – che ancora una volta ha scelto la nostra città per attività così importanti sotto il profilo educativo e pedagogico. I miei figli praticano questo sport, peraltro negli splendidi impianti del CUS, per questo mi sento molto legato al rugby che incarna al meglio i valori e il rispetto per gli uomini e le regole. Sono felice che la festa sia stata un vero successo”.

Al termine delle attività sul campo, grande terzo tempo per tutti i piccoli partecipanti, per i tecnici ed educatori che hanno offerto il loro importante contributo.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*