Assoluti di Ju Jitsu, ottimi risultati tecnici, dominio della Dai-ki Dojo Catania

Successo su tutti i fronti per il Campionato Italiano Assoluto di Ju Jitsu che per la prima volta si è svolto in Sicilia. Un week end di gare, al Palaghiaccio della Playa di Catania, che ha regalato grande spettacolo al pubblico presente e confermato la crescita del movimento.

Soddisfazione da parte del presidente della Commissione Nazionale Ju Jitsu, Antonio Amorosi che ha aperto ufficialmente la due giorni tricolore affiancato dall’assessore allo Sport del Comune di Catania, Sergio Parisi e da figure di spicco della Federazione come il vicepresidente nazionale e responsabile Judo, Giovanni Strazzeri; il fiduciario della Fijlkam Sicilia, Luigi Sabatino; il consigliere nazionale della lotta, Salvo Campanella; l’arbitro mondiale settore karate Venerando Olivelli e tanti altri tecnici e dirigenti Fijlkam oltre che il gruppo al completo della Dai-Ki Dojo Catania, con in testa il presidente Giovanni Puglisi, società organizzatrice dell’evento tricolore.

Sul tatami tante emozioni regalate da atleti e atlete provenienti da tutta Italia e alla fine, podio tutto siciliano, nella classifica generale, con la Dai-Ki Dojo Catania laureatasi Campione d’Italia, seguita dalla Black Belt Catania e dalla Budokan Palermo. Le gare hanno preso il via sabato con il Ne-Waza, disciplina che ha visto vincere la Dai-Ki Dojo Catania davanti alla Pol. Scorpion Misterbianco e Budokan Palermo; a seguire il Duo Show ha regalato un podio tutto catanese con il titolo conquistato dall’Asd Il Dojo davanti a Black Belt School e Dai-Ki Dojo Catania.

Nel Duo System ancora Dai-Ki Dojo Catania sul gradino più alto del podio davanti a Black Belt School Catania e Dai-Ki Dojo Barcellona. Oggi giornata dedicata alla specialità del Fighting System con il primo posto conquistato dalla Dai-Ki Dojo Catania seguita da Budokan Palermo e Marte Club Palermo. Oltre agli ottimi risultati degli Assoluti, la kermesse ha registrato il successo anche del Trofeo “Campioni del Futuro” dedicato ai più giovani delle categorie Esordienti e Cadetti.

L’evento tricolore è stato anche l’occasione per sostenere “Il Cuore di Raffaele”, l’iniziativa che ha come obiettivo quello di formare i giovani delle scuole alle manovre di primo soccorso e che è stata presentata al Palaghiaccio dalla dott.ssa Sara Pettinato, presidente della Commissione Sanità del Comune di Catania e da Antonio Barresi, papà di Raffaele il giovane sedicenne scomparso lo scorso anno a causa di un arresto cardiaco mentre era a scuola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*