Scoperta e chiusa dalla Polizia nel quartiere Picanello sala scommesse abusiva camuffata da cartoleria e internet point

Polizia in azione

Nei giorni scorsi, nel corso di mirati servizi per la prevenzione e repressione del gioco illegale, sicurezza del gioco e tutela dei minori, personale della squadra amministrativa del Commissariato “Borgo Ognina”, procedeva al controllo di un esercizio pubblico illegale di raccolta scommesse ubicato nel quartiere Picanello. L’accertamento permetteva di individuare in quello che, appariva essere una cartoleria e internet point, una ben attrezzata sala scommesse abusiva con lo svolgimento di attività di raccolta ed intermediazione di scommesse, in totale assenza delle autorizzazioni necessarie e gioco d’azzardo online.

All’interno dei locali venivano rintracciati anche due clienti intenti a giocare e quindi ad effettuare scommesse on line sul conto gioco personale della titolare nonché gestore, che esercitava abusivamente l’attività di “intermediario”. In tale contesto, gli agenti operanti, procedevano al sequestro di tre postazioni pc complete di stampanti termiche utilizzate per la connessione e stampa delle ricevute di gioco, nonché di 13 postazioni pc, destinate al pubblico, per consentire il gioco a distanza su piattaforme censurate dall’aams.

L’attività è stata interrotta con la chiusura della stessa e il sequestro dei locali, oltre che di quote di denaro provento delle scommesse illecite (370.30 euro). Il titolare, è stato segnalato all’Autorità giudiziaria competente per l’attività illecita di raccolta, intermediazione e trasmissione di scommesse su eventi sportivi svolta abusivamente e sono state comminate sanzioni amministrative per un importo totale di euro 130.000.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*