Serie B2/F, vittoria Hub Ambiente sulla Nigithor, sconfitta Planet a Messina

La vittoria della conferma, la terza consecutiva dopo i 3-0 rifilati a Pallavolo Saverio Macheda e Pallavolo Crotone. La Hub Ambiente Teams Catania di Ina Baldi infligge la prima sconfitta stagionale alla Nigithor di Peppe Staiti, compiendo un balzo importante in classifica nel campionato di Serie B2 femminile. Finisce 3-2 la quarta sfida stagionale per etnee al termine di cinque set caratterizzati dal botta e risposta esaltante che ha visto Chiavaro e compagne sempre sul pezzo e brave ad archiviare la pratica nel tie break decisivo vinto a 9.

LA CRONACA

La Hub Ambiente è al gran completo. Equilibrio nella prima fase con Chiavaro (2 ace, 6 pari) e Milici (11-9) puntualissime in battuta. La squadra di casa prende il largo, inanellando una serie di punti con Aliffi (mani e fuori che vale il 12-10) e Chiavaro (15-11 e 19-12). Federica Oliva a muro sigilla il 20-12. Chiavaro attacca dal 2 (22-13) e piazza l’ace del definitivo 25-14. Nel secondo set, però, la Hub difetta in continuità e cresce d’intensità la battuta delle messinesi (che invece nel primo parziale era venuta meno). Angelova è scatenata. C’è spazio per rivedere in B2 anche la regista Alessandra Bombaci nelle battute finali del set.

Nel terzo set Milici, Chiavaro e Oliva in successione firmano il break del 7-3. La Hub torna a guidare l’incontro con autorità. Richiusa fa buona guardia sotto rete. La squadra si esprime a livelli importanti. Ciancio entra in battuta e piazza l’ace del 22-15. La partita ha preso la piega giusta (25-18). Ma nel quarto succede quello che non t’aspetti. Pipitone e Angelova non ci stanno a perdere. La Hub non trova spunti per reagire. Sul 19-10 per le messinesi l’esito della partita sembrerebbe scontato e invece no. Il break in battuta di Giulio Miuccio vale l’aggancio. Si gioca punto a punto e si sogna la vittoria da tre punti. La Hub arriva sino al 23-21, ma sul più bello la Nigithor aziona la freccia e rinvia la contesa al quinto. E proprio nel tie break decisivo le catanesi fissano il risultato sul 15-9 (ace di Chiavaro) e fanno festa per una vittoria speciale che le catapulta in quinta posizione a ridosso delle prime.

“Nel quarto, però, abbiamo vanificato – confessa la prof. Baldi – una rimonta capolavoro. Potevamo chiuderla senz’altro prima. Grandissima prova di carattere della squadra, le mie ragazze sono state straordinarie. Cresce il livello di consapevolezza di tutta la squadra, di questo sono ormai certa. Sono contenta della risposta data da tutto il gruppo, perché non era facile battere le messinesi sinora imbattute”.

Planet Strano Light sconfitta a Messina dall’Akademia S. Anna

La Planet Strano Light torna con una sconfitta da Messina in casa della vicecapolista Akademia S. Anna per 3-0. Etnee ancora senza punti ma comunque autrici di due buoni set iniziali.

“Ce la siamo giocata, cedendo solo allo sprint finale dei primi due parziali – commenta Coach Francesco Andaloro -. Per quanto riguarda la squadra si denotano segnali di crescita in tutti i reparti e mi fanno ben sperare le prestazioni offerte da atlete alla prima esperienza in B2. Aspettiamo invece la vera Graziella Lo Re, la giocatrice più forte della nostra categoria: l’auspicio è che torni all’altezza di quanto ha fatto vedere sino alla passata stagione. Purtroppo, come tutti sanno, il capitolo infortuni sta condizionando la nostra stagione. Anche il calendario ci ha visto iniziare in salita contro 4 squadre di caratura, dal prossimo impegno credo che avremo avversari più alla nostra portata” .

Sabato, 16 novembre, alle ore 16.30 quinta giornata a Pedara contro Paomar Volley Siracusa.

Buona la prima in Serie C femminile, la Planet Lombardo Shop (nella foto), guidata da Agata Licciardello, passa per 3-1 al Palaclan di S.Giovanni la Punta sulla Juvenilia dopo lo svantaggio iniziale (set: 25-18, 24-26, 21-25, 24-26). Sabato, al termine dell’impegno del team di B2, riceverà a Pedara l’Academy Wekondor in occasione della seconda giornata (inizio ore 18.30). 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*