Piazza Roma, le proposte delle associazioni per il rilancio dell’area

Piazza Roma

Valorizzare l’area e metterla al centro di tante iniziative aggregative con le associazioni del territorio. Questi sono gli obiettivi che il presidente della III municipalità Paolo Ferrara si è posto per riqualificare la centralissima piazza Roma a Catania. “Con la collaborazione degli enti “no profit”, delle scuole e dei comitati cittadini si potrebbe creare un punto di riferimento per l’intera città- dichiara il presidente Ferrarauna unità di intenti per un percorso di sviluppo e valorizzazione in cui coinvolgere la vicina Villa Bellini e via Etna. Proposte e idee che potrebbero diventare operative a costi contenuti o addirittura nulli. Per piazza Roma questo sarebbe già un grande passo in avanti visto che questo luogo troppe volte è stato vandalizzato o danneggiato dagli incivili”. Sopratutto la mattina piazza Roma diventa un parcheggio e nelle ore di punta si trasforma in una scorciatoia per i centauri che vogliono evitare il traffico. Questo inevitabilmente ha rovinato la pavimentazione, costituita in gran parte da ciottoli colorati che formano particolari rappresentazioni grafiche, provocando pericolose buche. “Questo luogo era uno dei più eleganti ritrovi della nostra città-prosegue Ferrara- l’amministrazione comunale sta compiendo grossi sforzi per garantirne la manutenzione degli alberi e delle aiuole. Quello che manca in molti casi è il senso civico dei cittadini. A questo proposito sto attentamente valutando la proposta di alcune associazioni che chiedono di proteggere questo luogo con paletti e rialzando il livello dei marciapiedi, soprattutto lungo il viale Regina Margherita, per impedire l’invasione di moto e scooter. In questo modo gli unici a potervi accedere sarebbero i pedoni oppure gli appassionati della bicicletta”.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*