Celebrata dall’Arcidiocesi la XV giornata sociale diocesana

Alla luce dell’Appello “A tutti gli uomini liberi e forti”, del quale si ricorda quest’anno il centenario (18 gennaio 1919) l’Ufficio della Pastorale sociale e del lavoro dell’arcidiocesi di Catania ha celebrato la XV giornata sociale diocesana.

E’ questo un appuntamento annuale che aggrega tutti gli operatori della pastorale sociale e costituisce il punto di avvio per un intenso anno di servizio nella ricerca dl bene comune.

Il convegno, dopo il saluto dell’Arcivescovo Mons. Salvatore Gristina, è stato introdotto da Don Piero Sapienza, direttore dell’Ufficio diocesano di Pastorale sociale, il quale ha ripercorso il cammino di sensibilizzazione della comunità ecclesiale ai temi sociali in questi 15 anni.

La rilettura del messaggio dell’Arcivescovo “Voi restate in città” emanato in occasione della Pasqua, ha evidenziato le sfide di disgregazione che caratterizzano il momento storico presente e la situazione della Città di Catania, che si trova in una delicata fase di dissesto finanziario.

Dopo la lettura del messaggio “ A tutti gli uomini liberi e forti”,  pietra miliare della storia del Cristianesimo democratico italiano, Mons. Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale, presidente della commissione storica del processo di beatificazione di don Luigi Sturzo, ha commentato il testo inquadrandolo nel periodo storico ed evidenziando l’impegno nel costruire un “partito municipale democratico e cristiano” a garanzia della reale ricerca del miglior bene per tutti i cittadini della Comunità.

L’elencazione dei principi e dei valori di riferimento: autonomia, partecipazione attiva anche mediante il referendum popolare e il diritto di voto alle donne, il sistema elettorale proporzionale, la riforma tributaria, l’attenzione all’azione educativa delle scuole e  la formazione ed elevazione culturale e sociale delle classi lavoratrici,  sono tutti elementi che hanno segnato le tappe di un percorso storico, salutato come “l’evento più importante del XX secolo”.

A questa riflessione si è aggiunto l’intervento del prof. Salvatore Latora, docente di filosofia nei licei e autore di diverse pubblicazioni, il quale ha messo in correlazione il pensiero e l’azione di Luigi Sturzo con l’attività culturale e pastorale del fratello Mario, vescovo di Piazza  Armerina e il ricco carteggio epistolare tra i due fratelli mette in relazione pensiero del “neosintetismo” con l’operatività del Partito Popolare, già articolato in circoli, e associazioni di lavoratori.

Il diretto riferimento alle due encicliche di Leone XII: “Rerum Novarum e Aeterni Patris”, hanno tracciato il sentiero del nuovo partito, che è divenuto poi la Democrazia Cristiana e il pensiero filosofico di Mons. Mario Sturzo ha inciso sull’evoluzione filosofica del pensiero di Rosmini.

La fedeltà alla dottrina sociale della Chiesa cattolica impegna tutti i cattolici a mantenere alti i caratteri sociali ed etici che costituiscono la base di una serena convivenza civile nel rispetto della persona umana, come indicato dalla Costituzione Italiana. La corresponsabilità e la solidarietà, valori esplicitati nel manifesto della Giornata costituiscono un impegno reale e concreto che accomuna tutti.

La comunicazione ufficiale della nomina di Mons. Giuseppe Baturi, del clero di Catania, ad Arcivescovo di Cagliari, ha reso particolarmente solenne la XV giornata sociale della Diocesi, con l’augurio di un fecondo ministero pastorale per il nuovo Arcivescovo di Cagliari.

Giuseppe Adernò

1 Commento

  1. Carissimi, tengo a condividere con voi una mia riflessione sulla XV Giornata Sociale Diocesana. Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale, durante il suo intervento alla XV GSD, in aula si è detto colpito della poca presenza e partecipazione dei Giovani, da qui scaturisce la mia riflessione. Cordiali saluti, di seguito il link della pagina Facebook Impegno Sociale e Politico e della personale riflessione:
    https://www.facebook.com/dott.MicheleOdierna/posts/2645082195535654?__tn__=K-R

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*