Giornata disabilità: gli eventi della Comunità di Don Benzi per l’inclusione in Sicilia il 3 dicembre

Al via l’evento nazionale denominato  IO VALGO  che si svolgerà in diverse città italiane, in occasione della Giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità. La giornata è stata voluta dal Programma di azione mondiale per le persone disabili adottato nel 1982 dall’Assemblea generale dell’ONU.

«Don Benzi ripeteva che “ognuno vale per gli altri, nonostante la fragilità, in quanto costruttore di vita, destinatario di una missione unica e insostituibile, cittadino attivo e protagonista della storia”. Tramite le nostre case famiglia e cooperative cerchiamo di attuare questa indicazione del nostro fondatore». E’ il commento di  Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Papa Giovanni XXIII. La Comunità dà spazio al protagonismo delle persone disabili e alla necessità di opportunità di inclusione sociale, attraverso lo sport, l’arte, la musica, convegni e dibattiti, sfide per l’autonomia lavorativa.

Ad Acireale, il 3 dicembre spettacolo della compagnia teatrale Apg23 presso l’Istituto penitenziario minorile. Al termine insieme ad alcuni detenuti (che possono usufruire del permesso per uscire) e altre associazioni, si terrà il corteo fino a Piazza Duomo dove verrà presentata una Rassegna artistica promossa da “Arte migrante”, volontari, giovani e con il supporto del Comune di Acireale e di commercianti della zona che offriranno un rinfresco. Le iniziative si moltiplicheranno anche a  Catania  e a  Scicli (RG)  con laboratori, attività musicali per finire il 13 a Trapani con un incontro sul tema della sofferenza come valore aggiunto.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*