Economie circolari dal 12 al 13 dicembre a Catania la 20°edizione di Happening della Solidarietà

Due giorni dedicati alle Economie circolari, quelle che contrastano la cultura dello scarto, che riconnettono persone e ambiente, sviluppo e comunità. Il 20° Happening della Solidarietà, l’evento nazionale presentato oggi a Catania nella prestigiosa sede di Palazzo degli Elefanti, è dedicato alla costruzione di un’economia più orientata al benessere collettivo che al profitto.

«È cresciuta in questi anni – ha dichiarato Sergio Mondello, Presidente del Consorzio Sol.Co. – la consapevolezza che il concetto di economia non può ruotare attorno a numeri travolgendo persone e luoghi. Questa logica di “fare impresa” non funziona perché si piega su se stessa e porta alla crisi. Serve invece un’economia circolare che rimetta al centro le persone e i luoghi, valorizzando le energie anche quelle apparentemente inutilizzabili».

Dalla democrazia partecipativa fino a giovani e impresa; le due giornate del 12 e 13 dicembre al Centro Culturale Zō di Catania, offriranno al territorio uno spazio di scambio e riflessione, all’interno del quale confrontarsi dalla Sicilia sulle energie e sinergie necessarie per lo sviluppo del Paese attraverso la spinta propulsiva del Terzo Settore.

È guardando l’Italia da Sud che l’Happening della Solidarietà affronterà il tema della crescita del Paese, superando le logiche separatiste che ripropongono, sbagliando, la questione meridionale come “peso oneroso” per tutto il Paese. D’altronde, ciò che lega tutto il territorio nazionale, da nord a sud, è una crisi economica e sociale generata dalla mancanza di una visione unitaria di sviluppo. 

Serve un cambio di paradigma, serve avviare strade coese per sviluppare un modello di economia generativa e propulsiva, che rimette al centro le persone per connetterle ai luoghi e alle comunità. Servono Economie circolari che contrastano la cultura dello scarto.

«Il tema dell’economia circolare – ha dichiarato Edoardo Barbarossa, Presidente di Fondazione Ebbene, la prima fondazione nazionale di prossimità e main sponsor di Happening – è fondamentale perché la povertà economica, ma anche culturale e morale che viviamo e che investe in maniera dirompente la vita delle persone, richiede l’intervento di tutte le forze in campo, istituzionali, economiche, sociali.  Serve un patto per costruire un’economia che valorizzi il territorio, la creatività, i talenti, trasformandoli in fattori produttivi e che generi occasioni di democrazia partecipativa».

Ed è proprio guardando da Sud che l’Happening, con le voci più illustri del panorama nazionale, risponderà a una sfida che non è soltanto del Terzo Settore ma che certamente lo vede protagonista per la sua capacità di coinvolgere le persone più fragili e la loro generatività.

Un’edizione, quella del 2019, che guarda al futuro attraverso i giovani, alla nuova classe di imprenditori sociali ma anche di professionisti. Happening ospiterà, infatti il tour nazionale di Hackathon d’innovazione sostenibile, promosso da NeXt – Nuova Economia X Tutti, che offre ai giovani aspiranti startupper la possibilità di sperimentare le loro capacità progettuali in chiave sostenibile, guidati da un team di professionisti.

Un’edizione che ha scelto di mettersi in connessione con due grandi appuntamenti. Il Festival Nazionale dell’Economia Civile che tornerà a Firenze il prossimo aprile e Economy of Francesco, di cui la sessione conclusiva è uno degli appuntamenti Towards.

Tutto l’evento è realizzato con il contributo con il sostegno di Fondazione Ebbene main Sponsor, Certiquality, Foncoop, Servizi PA e con il gratuito patrocinio della Regione Siciliana, del Comune di Catania e dell’Università degli Studi di Catania.

Tutte le info alla pagina www.happeningdellasolidarietà.org

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*