Alla scoperta dei drink realizzati da grandi barman e barlady italiani ispirati da film

Drink LO SMERALDO di Ugo Acampora del Twins cocktail wine coffee di Napoli

La creatività nel mondo dei drink travalica qualsiasi confine geografico, mentale e tematico. Drink ispirati a un amore, a una emozione, ma anche a un oggetto, ai luoghi del cuore e a un film amato.

Abbiamo chiesto ad alcuni dei migliori barman e barlady romani, e non solo, di individuare un proprio, personale, film del cuore dal quale prendere spunto per realizzare una “bevanda” del tutto originale. Ne sono scaturiti decine e decine di drink, ispirati a filmografie di ogni genere, dai classici Via col Vento ai neo-classici firmati Quentin Tarantino. Con tanti registi anche italiani, da Giuseppe Tornatore a Gabriele Mainetti, passando per David Lynch e il suo Mulholland Drive, dai film romantici a Mad Max, passando per i cinecomics e i recenti Avengers: Endgame e XMen: Dark Phoenix.

Film che hanno “suggerito” l’uso di tutti gli ingredienti presenti sul mercato, ricette coniugate con cognac, tequila, whisky scozzese, irlandese, bourbon americani del Kentucky, vermouth piemontese, gin inglesi, romani e toscani, amari e bitter, ma anche vodka, ginger beer e liquore Strega, per una nuova “geografia cinematografica del bere di qualità”. Preparazioni semplici e meno semplici, da gustare nei loro ingredienti di qualità, ricette create ad hoc da barman e barlady cinefili per sperimentare sé stessi dietro il bancone con un occhio al Grande Cinema.

DRINK: LO SMERALDO
(ispirato al film “Sapore di Mare”, di Carlo Vanzina, 1983)

BARMAN: Ugo Acampora, del Twins, cocktail, wine, coffee di Napoli, già vincitore del Premio Strega Mixology 2018

INGREDIENTI:

4,5 cl Fifty Pounds London Dry Gin infuso ai limoni scottati
2 cl succo di limone
2 cl di sciroppo di alga spirulina
Falanghina carbonata

Bicchiere: coppa champagne
Garnish: crusta di alga spirulina in polvere

PREPARAZIONE:
Con la tecnica shake & strain si versano tutti gli ingredienti, eccetto la falanghina carbonata, all’interno di uno shaker. Si shakera per circa 10 secondi e si versa il tutto in una coppa champagne, colmando con la falanghina carbonata

ISPIRAZIONE:
Il drink si chiama Lo Smeraldo per via del colore verde molto acceso, grazie alla presenza di uno sciroppo all’alga spirulina. Variante estiva e fresca del classico cocktail French 75, questo cocktail, che vede protagonista il Fifty Pounds London Dry Gin, è ispirato a Sapore di Mare di Carlo Vanzina, un grande classico della commedia all’italiana, esaltazione dell’estate. Quale miglior modo di ricordare la bella stagione con il mare, se non inserendo nel drink un’alga marina! Il film, interpretato da Jerry Calà, Marina Suma, Christian De Sica e Virna Lisi e ambientato a Forte dei Marmi, negli anni Sessanta, racconta l’incrocio delle storie di alcune famiglie e in particolar modo gli intrecci amorosi dei loro figli, provenienti da diverse città italiane.

I film con una ricetta al momento sono:
8 e mezzo (Federico Fellini)
Agente 007 – Si vive solo due volte (Lewis Gilbert)
Amarcord (Federico Fellini)
Anchorman – La leggenda di Ron Burgundy (Adam McKay)
Arancia Meccanica (Stanley Kubrick)
Armageddon (Michael Bay, 1998)
Autumn in New York (Joan Chen)
Avengers: Endgame – personaggio di Iron Man (Anthony e Joe Russo)  (due drink diversi firmati da barman diversi)
Avengers: Endgame – personaggio di Hulk (Anthony e Joe Russo) (due drink diversi firmati da barman diversi)
Avengers: Endgame – personaggio di Thor (Anthony e Joe Russo)
Avengers: Endgame – personaggio di Captain America (Anthony e Joe Russo)
Avengers: Endgame – personaggio di Spider-Man (Anthony e Joe Russo)
Avengers: Endgame – personaggio di Thanos (Anthony e Joe Russo)
Bastardi senza gloria (Quentin Tarantino)
Baaria (Giuseppe Tornatore)
Benvenuti al Sud (Luca Miniero, 2010)
Borotalco (Carlo Verdone)
C’era una volta in America (Sergio Leone)
City of God (Fernando Meirelles e Katia Lund, 2002)
Cleopatra (Joseph L. Mankiewicz)
Coco (Lee Unkrich e Adrian Molina)
Colazione da Tiffany (Blake Edwards)
Dirty Dancing (Emile Ardolino)
Django Unchained (Quentin Tarantino)
Dracula di Bram Stoker (Francis Ford Coppola, 1992)
Fantozzi (Luciano Salce, 1975)
Full Metal Jacket (Stanley Kubrick)
Gangs of New York (Martin Scorsese)
Game of Thrones (serie tv)
Ghostbusters – Acchiappafantasmi (Ivan Reitman)
Gomorra (Matteo Garrone)
Gran Torino (Clint Eastwood)
Hammamet (Gianni Amelio, 2020)
I Fantastici 4 (Tim Story)
Il Buono, il Brutto, il Cattivo (Sergio Leone, 1966)
Il Colore Viola (Steven Spielberg, 1985)
Il Gladiatore (Ridley Scott)
Il Grande Gatsby (Baz Luhrmann)
Il Grande Lebowski (Joel Coen)
Il Marchese del Grillo (Mario Monicelli)
I Love Radio Rock (Richard Curtis, 2009)
Il Padrino (Francis Ford Coppola)
Il Paziente Inglese (Anthony Minghella)
Il Postino (Michael Radford e Massimo Troisi)
Il segreto del bosco vecchio (Ermanno Olmi)
Il tè nel deserto (Bernardo Bertolucci, 1990)
Io speriamo che me la cavo (Lina Wertmuller)
Into The wild (Sean Penn, 2007)
Johnny Stecchino (Roberto Benigni, 1991)
Kill Bill: Volume 2 (Quentin Tarantino, 2004)
La Dolce Vita (Federico Fellini, 1960)
La Grande Bellezza (Paolo Sorrentino)
La lunga strada azzurra (Gillo Pontecorvo, 1957)
La Mala Education (Pedro Almodovar)
La sposa cadavere (Tim Burton)
La Storia Infinita (Wolfgang Petersen, 1984)
La tempesta perfetta (Wolfgang Petersen)
L’Avvocato del Diavolo (Taylor Hackford, 1997)Lawless (John Hillcoat)
Le streghe di Eastwick (George Miller)
Lo chiamavano Jeeg Robot (Gabriele Mainetti)
Lo chiamavano Trinità (E.B.Clucher)
Lo Spietato (Renato De Maria, 2019)
Made – Due imbroglioni a New York (Jon Favreau)
Mad Max: Fury Road (George Miller)
Malèna (Giuseppe Tornatore)
Mamma Roma (Pier Paolo Pasolini)
Ma’ Rosa (Brillante Mendoza)
Midnight in Paris (Woody Allen, 2011)
Mine Vaganti (Ferzan Ozpetek)
Moulin Rouge (Baz Luhrmann)
Mulholland Drive (David Lynch) –  (due drink diversi firmati da un barman ed una barlady)
Non è un paese per giovani (Giovanni Veronesi, 2017)
Odissea (Francesco Bertolini e Adolfo Padovan, 1911)
Pane, amore e…. (Dino Risi)
Peaky Blinders (serie tv di Stephen Knight)
Per un pugno di dollari (Sergio Leone, 1964)
Pirati dei Caraibi – Ai confini del mondo (Gore Verbinski)
Provaci ancora Sam (Herbert Ross)
Quando la moglie è in vacanza (Billy Wilder)
Quei bravi ragazzi (Martin Scorsese)
Ricomincio da tre (Massimo Troisi)
Rocky (John G. Avildsen, 1976)
RocknRolla (Guy Ritchie)
Romanzo Criminale (Michele Placido)
Romeo + Juliet (Baz Luhrmann)
Rush (Ron Howard, 2013)
Sapore di Mare (Carlo Vanzina)
Scarface (Brian De Palma)
Silverado (Lawrence Kasdan)
Space Jam (Joe Pytka)
Stromboli – Terra di Dio (Roberto Rossellini)
The Avengers – personaggio di Hulk (Joss Whedon, 2012)
The Aviator (Martin Scorsese)
The Irishman (Martin Scorsese, 2019)
The Mask (Chuck Russell)
The New Pope (serie tv di Paolo Sorrentino)
The Prestige (Christopher Nolan)
The Untouchables – Gli Intoccabili (Brian De Palma, 1987)
Toro Scatenato (Martin Scorsese, 1980)
Un Americano a Roma (Steno) (due drink diversi firmati da barman diversi)
Un treno per il Darjeeling (Wes Anderson)
Un turco napoletano (Mario Mattoli, 1953)
Vacanze in America (Carlo Vanzina)
Via col Vento (Victor Fleming, 1939)
Via da Las Vegas (Mike Figgis, 1995)
X Men – personaggio di Logan (Simon Kinberg, 2019)

Carlo Dutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*