“Borgo-Sanzio”, lavori socialmente utili per i percettori del reddito di cittadinanza, la proposta del presidente Paolo Ferrara

Incontro Consiglio III Municipio e assessore Cristaldi

Lavori socialmente utili all’interno della circoscrizione di “Borgo-Sanzio”. Questa la proposta che il presidente del III municipio, Paolo Ferrara, ha fatto nel corso dell’incontro tra il consiglio e l’assessore al Personale del comune Michele Cristaldi. Una iniziativa che ricalca l’iter già ampiamente attivato nella I circoscrizione di Palermo dove, da giugno scorso, alcune centinaia di persone che usufruiscono del reddito di cittadinanza si sono alternate nella pulizia di strade e giardini. Un progetto che lo stesso assessore Cristaldi ha ribadito, nel corso dell’incontro, di sposare appieno e che vorrebbe già attivare nel territorio comunale attraverso una sinergia e un dialogo continuo tra l’amministrazione centrale e le circoscrizioni. “Si tratta di un importante strumento per dotare finalmente i municipi di Catania del personale necessario ad effettuare quei fondamentali interventi di manutenzione che servono a dare risposte concrete ai cittadini– afferma Ferrara- da qui l’idea, da concordare con tutti i soggetti interessati, di utilizzo dei percettori di reddito di cittadinanza per lavoro di supporto alla macchina burocratica, alla manutenzione e alla pulizia delle strade e dei parchi”. Tanti i temi discussi nel corso della conferenza dei servizi con l’assessore Cristaldi. Un dialogo che ha toccato pure il progetto/idea di riqualificazione di piazza Roma, le comunicazioni relative alla ripresa a breve del servizio di soccorso veterinario urgente e l’accalappiamento cani morsicatori.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*