L’1 Febbraio al Centro Zo di Catania, per “Altrescene”, la pièce “My Place – Il corpo e la casa”, regia di Silvia Gribaudi, produzione Qui e Ora Residenza Teatrale

Lo spettacolo

Sabato 1 Febbraio alle 21, al Centro Zo di Catania in scena lo spettacolo “My Place – Il corpo e la casa“, all’interno della rassegna “Altrescene”, interpretato da Francesca Albanese, Silvia Baldini e Laura Valli. La regia è di Silvia Gribaudi (produzione Qui e Ora Residenza Teatrale). 

In scena tre corpi nudi – o meglio in biancheria intima – volutamente messi in evidenza: masse corporee vive e non censurate, vere, oneste e ben diverse da quelle che ancora oggi siamo abituati a vedere in mostra sui giornali, su internet, in televisione. Tre donne non più giovani ma non ancora vecchie, certamente non perfette. Ma belle. Perché autentiche. E disposte, in uno show surreale, ad offrirsi al pubblico per quello che sono: corpi senza casa né spazio, sfrattate dal proprio io, lanciate a inseguire, divorare e moltiplicare le proprie ombre. Con passo leggero e sguardo ironico e tragicomico sul femminile.

“My Place” segna l’occasione di mettere a confronto due poetiche diverse e affini. Due sguardi sul femminile. Si incontrano la ricerca di un movimento che nasce da corpi non convenzionali e la sperimentazione sulla drammaturgia autografa, lo sguardo ironico e l’indagine sul contemporaneo. Le attrici-autrici di Qui e Ora prestano corpo alle visioni di Silvia Gribaudi e offrono a loro volta alla coreografa e performer un immaginario contemporaneo con cui mettersi a confronto.

La compagnia

Qui e Ora Residenza Teatrale nasce nel 2007. È una compagnia di produzione e una residenza teatrale, lavora su drammaturgie autografe, con una spiccata attenzione al contemporaneo. Opera in stretto contatto con il territorio e promuove progetti culturali legati al teatro in luoghi insoliti. Da anni conduce una sperimentazione sulla casa, attraverso la produzione di uno spettacolo di House Theatre (2011 Con tutto l’amore del mondo), attraverso percorsi di inchiesta teatrale che hanno portato a incontrare case e persone e attraverso la programmazione di una rassegna di teatro presso abitazioni private. Qui e Ora lavora sul tema del femminile attraverso workshop, percorsi di inchiesta, produzione di spettacoli (2012 MADRI concerto di sbagli e di intimità, 2013 A corto di bugie, 2014 Saga Salsa).

L’incontro di Qui e Ora Residenza Teatrale con la coreografa e performer Silvia Gribaudi – 2009 premio pubblico e giuria GD’A Veneto e Biennale di Venezia Ground 0, 2010 Aerowaves Dance Across Europe, 2012 Edinburgh Fringe Festival, 2013 finalista premio equilibrio – avviene su un comune interesse tematico e su esperienze affini sviluppate nell’ambito della formazione, intorno a differenti aspetti del femminile. Percorsi simili che hanno visto donne di tutte le età mettersi in gioco, esplorando il rapporto con il proprio corpo, il proprio ruolo nella società contemporanea, la capacità femminile di costruire relazioni e benessere, in conflitto con la cultura del consumo e dell’apparire.

MY PLACE il corpo e la casa

Scheda spettacolo

 MY PLACE il corpo e la casa

Un progetto di Qui e Ora Residenza Teatrale

Ricerca materiali Francesca Albanese, Silvia Baldini, Silvia Gribaudi, Laura Valli

Regia Silvia Gribaudi

Assistente alla regia Roberto Riseri

Con Francesca Albanese, Silvia Baldini e Laura Valli

Immagini visive Silvia Gribaudi

Disegno luci Silvia Gribaudi e Domenico Cicchetti

Technical care Paolo Tizianel

Foto Michela Di Savino

Residenze La Piccionaia (Vicenza) | L’arboreto – Teatro Dimora (Mondaino RN) | Olinda –Teatro La Cucina (Milano) – Finalista In-Box 2017

Ingresso 15 – ridotto 10 – Info e prenotazioni: T.+39 095 8168912 | M.+39 389 5912392

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*