Serie C, andata semifinale Coppa Italia, Catania battuto 2-0 al “Liberati” dalla Ternana

Ternana-Catania: 2-0

Sarà difficile il prossimo 13 Febbraio al “Massimino” per il Catania di Cristiano Lucarelli ribaltare il 2-0 subito oggi pomeriggio al “Liberati” di Terni dalla Ternana di Fabio Galli che si è imposta con due reti nel secondo tempo nella gara di andata della semifinale di Coppa Italia di C.

Rossazzurri pericolosi e molto mobili nel primo tempo mentre la Ternana ha cercato di sorprendere gli avversari in contropiede con Torromino, Furlan e Ferrante. Primi 45′ comunque piacevoli con il Catania che ha sfiorato il vantaggio al 26′ ed al 29′: prima il tocco di Esposito a portiere battuto ma Mbende toccava involontariamente e la palla finiva fuori e poi Di Molfetta serviva Barisic in area, ma il pallone veniva deviato in angolo da Marcone.

Il primo tempo si chiudeva a reti inviolate con un Catania comunque proposito e sfortunato in avanti, mentre la Ternana era sempre pericolosa in contropiede. Ad inizio ripresa, subentrava al posto di Ferrante, Partipilo ed al 3′ portava in vantaggio la Ternana: il nuovo entrato si avventava sul cross da destra di Nesta e spediva in rete.

Sempre Partipilo all’8′ resisteva a diversi contrasti e sotto porta si vedeva deviare il tiro. Primi cambi del Catania con l’ingresso di Biondi per Manneh e Sarno per Di Molfetta ma la Ternana colpiva ancora al 21′: Torromino entrava in area e col destro calciava a giro sul palo opposto battendo Martinez per il 2-0.  

Occasione per il Catania al 24′: sulla sponda aerea di Curcio, Sarno anticipava il portiere, ma un difensore salvava a pochi passi dalla linea prima del tap-in. Tra i rossazzurri poi subentravano Vicente per Curcio, Mazzarani per Barisic e Biagianti per Salandria ed a 10′ circa dalla fine Marcone si opponeva miracolosamente alla conclusione di Biondi, dopo la sponda di testa di Mazzarani. La Ternana, a 5′ dai 90′ regolamentari, con una veloce ripartenza, sfiorava il 3-0 sempre con Partipilo che sul secondo palo, concludeva in scivolata a lato. L’arbitro concedeva 4′ di recupero ma non succedeva più nulla e la gara si chiudeva sul 2-0 per i padroni di casa che ipotecano così la finale, anche se il 13 Febbraio il Catania potrà giocarsi il tutto per tutto nella gara di ritorno al “Massimino”.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*