Drink e Cinema, “The boat that rocked” di Gabriele Macrì dell’Affinity Cafè Grosseto

Drink: The boat that Rocked (ispirato al film I Love Radio Rock, di Richard Curtis, 2009)

Continua il viaggio alla scoperta della creatività nel mondo dei drink capace di travalicare qualsiasi confine geografico, mentale e tematico. Drink ispirati a un amore, a una emozione, ma anche a un oggetto, ai luoghi del cuore e a un film amato.

Abbiamo chiesto ad alcuni dei migliori barman e barlady di individuare un proprio, personale, film del cuore dal quale prendere spunto per realizzare una “bevanda” del tutto originale.

DRINK: THE BOAT THAT ROCKED
(ispirato al film
 I Love Radio Rock, di Richard Curtis, 2009)

BARMAN: Gabriele Macrì, proprietario e bartender dell’Affinity Cafè di Grosseto

INGREDIENTI:

4,5 cl VII Hills Italian Dry Gin
1,5 cl sciroppo di bourbon Jim Beam
2 dash Peychaud’s bitter
Top Schweppes tonica


Bicchiere: Luigi Bormioli highball
Garnish: una piccola barchetta di carta


PREPARAZIONE:
Un drink costruito direttamente nel bicchiere: si versano gli ingredienti e si mescolano, quindi si aggiunge ghiaccio e si mescola nuovamente. Si riempie di ghiaccio il bicchiere fino all’orlo e si completa con la tonica. Quindi, lo sciroppo di Jim Beam preparato con parti uguali di bourbon e zucchero.

ISPIRAZIONE:
Per questo drink l’ispirazione nasce da uno dei film preferiti del bartender, I Love Radio Rock (titolo originale The boat that rocked) interpretato, tra gli altri, da Philip Seymour Hoffman, Bill Nighy, Rhys Ifans e Kenneth Branagh. Il film racconta la storia di una radio pirata inglese degli anni Sessanta che trasmetteva illegalmente musica rock e pop contro il volere del governo inglese, mentre ancora diffondeva tramite BBC principalmente musica classica. Nel drink le due fazioni contrastanti di questa pellicola, rappresentate dal gin per quanto riguarda la classicità inglese (il barman, italiano, ha quindi optato per VII Hills Italian Dry Gin) e dal bourbon del Kentucky Jim Beam per rappresentare il rock n’ roll e la ribellione. Un bourbon, il Jim Beam che vuol dire anche Famiglia, grazie al lancio della campagna #TheFamily, una challenge della durata di un anno che coinvolge quindici cocktail bar italiani su Instagram. Il tutto completato con acqua tonica e Peychaud’s Bitter, originariamente utilizzati come rimedio per le malattie sulle navi. Il risultato è un drink in stile highball ottimo e fresco, che racconta a suo modo la storia di “The boat that rocked”. Salute!

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*