Cavati alla Norma a distanza. Gli studenti dell’alberghiero “Grimaldi” di Modica impegnati nella lezione web di cucina

Cupoletta di cavati alla norma ai tempi della didattica a distanza. Il coronavirus non ferma la creatività culinaria degli studenti dell’Istituto alberghiero Principi Grimaldi di Modica che si sono cimentati nella prima lezione di cucina a distanza della provincia iblea. Uno straordinario successo che è molto piaciuto agli alunni delle classi coinvolte, la 2D e la 2E, e alle loro famiglie.

I giovani chef hanno virtualmente aperto le porte delle loro cucine domestiche per seguire online la lezione del professore Giovanni Roccasalva, docente dell’istituto modicano. Pochi e semplici ingredienti: melanzana, semola, uova e salsa di pomodoro, la giusta dose di manualità e via libera alla fantasia: i piatti preparati e condivisi sui social della scuola hanno fatto venire l’acquolina in bocca.

Si è trattato di un primo esperimento che ha trovato subito il consenso della dirigenza scolastica con il preside Bartoloneo Saitta, ma soprattutto dei ragazzi. In un momento difficile per la scuola, con il rischio elevato di una massiccia dispersione scolastica a causa delle difficoltà legate al dover seguire le lezioni dal web, con sentimenti demotivanti che purtroppo iniziano a farsi strada tra i giovani studenti costretti a casa dall’emergenza Covid-19, e persino con le difficoltà economiche che molte famiglie iniziano ad avvertire, questa lezione ha rappresentato uno spiraglio di luce nella monotonia quotidiana degli alunni e dei loro familiari.

Con pochissimi euro infatti i ragazzi hanno potuto reperire i pochi ingredienti necessari per la ricetta, imparando anche due aspetti importanti del loro impegno professionale da chef: valutare sempre il “food-cost”, cioè il costo del piatto da vendere poi ai clienti e che una buona ricetta non necessariamente richiede tanti e costosi ingredienti. Tutti all’opera quindi con un impasto di base per preparare i cavati, da condire con melanzane e salsa di pomodoro e poi cura dell’impiattamento perché, come sanno i bravi chef, l’estetica di un piatto è molto importante. Terminata la preparazione, al via la condivisione sui social in un applauso unanime alla bravura e creatività di questi studenti La cucina, si sa, unisce le persone: oggi riesce a farlo anche a distanza.

“E’ stata una prima significativa esperienza per quella che nei fatti è stata la prima lezione di cucina professionale via web per la provincia di Ragusa – commenta il docente Roccasalva (nella foto) – Come istituto, com’è noto, abbiamo dovuto sospendere la frequenza scolastica ma non ci siamo arresi dinnanzi alle difficoltà. Abbiamo continuato a svolgere i consigli di istituto e, per come possibile, le lezioni teoriche attraverso lo streaming. Ma con questa lezione pratica siamo andati oltre, proseguendo dunque l’attività di formazione proprio come fossimo nel nostro laboratorio, ma utilizzando appunto le cucine di casa di tutti gli studenti coinvolti. E presto prevediamo di tornare all’opera con la preparazione di altri piatti della tradizione”.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*