Spettacolare soccorso di un pescatore effettuato da un elicottero della Guardia Costiera

Guardia Costiera in azione

Tra la tarda serata di Sabato 4 Luglio e le prime ore della Domenica la Guardia Costiera, con un elicottero AW139 (Nemo) partito dalla Base Aeromobili Nucleo Aereo e Sezione Volo Elicotteri di Catania, è stata protagonista di un soccorso spettacolare in alto mare con condizioni meteorologiche proibitive di un pescatore traumatizzato.

Verso le ore 22.00 di ieri sera è pervenuta infatti presso la sala operativa della Capitaneria di Porto di Palermo una chiamata di soccorso da parte del peschereccio Cobra III, impegnato, a circa 21 Miglia Nautiche a largo di Porto Empedocle, in una battuta di pesca. Un membro dell’equipaggio, per cause in corso di accertamento, ha sbattuto violentemente la testa riportando un trauma cranico e rendendo necessario il suo trasbordo presso un presidio ospedaliero.

Il 12° MRSC di Palermo ha allertato immediatamente il personale elicotterista della Base Aeromobili di Catania, che è decollato ed ha raggiunto il punto dove si trovava il peschereccio in 45 minuti. Sul posto era presente anche una motovedetta, la CP860, partita dalla locale Capitaneria di Porto ma, a causa dei 30 nodi di vento e del mare 5 presente, non è riuscita ad affiancarsi in sicurezza al peschereccio per il trasbordo.

Si è quindi proceduto ad ammainare a bordo del peschereccio, tramite verricello, un aerosoccorritore del Corpo, addestrato a fronteggiare situazioni complesse e di emergenza. Lo stesso ha provveduto ad immobilizzare il pescatore traumatizzato su una barella ed a portare l’uomo a bordo dell’elicottero per il successivo trasferimento presso il più vicino ospedale specializzato per il trauma occorso all’uomo, l’ospedale di Caltanissetta, preventivamente allertato dalla Centrale di Controllo Aeromobili di Catania. A bordo dell’elicottero, oltre ai 5 membri dell’equipaggio, era presente anche un medico del CISOM (Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta), che ha provveduto a dare le prime cure al malcapitato facendo una rapida analisi delle sue condizioni e riportando il tutto ai medici di Caltanissetta che lo hanno preso in cura.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*