Giorni intensi per la Polizia Stradale Sicilia Orientale impegnata in due operazioni sulla tangenziale

Polizia Stradale

In questi giorni particolare impegno per le pattuglie della Polizia Stradale di Catania, in armonia con le specifiche direttive ministeriali e del Compartimento Polizia Stradale Sicilia Orientale, oltre ai consueti controlli, soprattutto in tangenziale, sono state condotte due operazioni.

La prima intervenendo su di un incidente stradale, per fortuna senza conseguenze per le persone, gli agenti intervenuti, oltre a eseguire i rilievi tecnici, al termine degli accertamenti hanno anche denunciato uno dei conducenti coinvolti, il cui veicolo ne aveva tamponato un altro in tangenziale, nei pressi dello svincolo di Misterbianco; questi era stato infatti trovato in grave stato di ebbrezza alcolica. In questo caso è stata applicata la severa normativa del codice che prevede, quando un conducente che ha provocato l’incidente sia anche in stato di ebbrezza, il sequestro del suo veicolo. Ma non è tutto, quello stesso conducente era anche privo di patente di guida e pertanto gli agenti hanno dovuto anche sottoporlo alle pesanti sanzioni amministrative (5110 €), previste in questi casi. A rendere più complicata la situazione però è stata la presenza a bordo di un passeggero particolare, un cane di proprietà dello stesso conducente.

La seconda operazione avvenuta alcune ore dopo, sempre sulla tangenziale: un’altra pattuglia ha intercettato uno strano carico che ha incuriosito gli agenti, un furgone il cui cassone posteriore era colmo di ferraglia e rifiuti vari, sia speciali, sia pericolosi; in cima ad ogni cosa era poi stata caricata anche una vecchia Fiat 500 senza targa. Trattandosi di un trasporto di tutta evidenza irregolare per la mancanza di ogni tipo di autorizzazione a trasportare rifiuti e men che meno rifiuti pericolosi, nonché per l’accertata mancanza del prescritto formulario, il conducente è stato multato per quest’ultimo documento mancante (3100 €) e, inoltre, anche denunciato penalmente per il trasporto abusivo che stava svolgendo. Il materiale trasportato è stato quindi sequestrato.

Quest’ultimo controllo in particolare si inserisce nella strategia di rafforzamento delle azioni di contrasto verso tutti quei comportamenti illeciti destinati a incidere e a pregiudicare la salubrità dell’ambiente e della salute dei cittadini.

di Michele Minnicino 20302 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*