A Gravina inaugurato totem multimediale servizi Acoset

Un vero e proprio “front office” automatizzato che permetterà ai residenti di Gravina di Catania di accedere ai servizi Acoset in autonomia e in maniera intuitiva e semplificata: è stato inaugurato mercoledì 28 ottobre il totem multimediale posizionato all’interno del Comune di Gravina di Catania.

«Si tratta di uno strumento che si inserisce nel quadro delle azioni già implementate dalla nostra Amministrazione – ha commentato il sindaco Massimiliano Giammusso – soprattutto nell’ambito dell’accessibilità dei servizi e della semplificazione amministrativa. Oltre a tutte le funzioni gestionali, il totem consente anche di segnalare disservizi in tempo reale, a vantaggio della tempestività degli interventi».

Gli ha fatto eco il presidente di Acoset Diego Di Gloria: «Questo intervento si situa nell’ottica di migliorare e rendere più semplici i servizi per tutti gli utenti, garantendo la possibilità di fare tutte le operazioni senza recarsi fisicamente agli sportelli. Contemporaneamente l’Acoset rinnova il proprio impegno con un programma di manutenzione e sostituzione delle condotte idriche più vecchie, e di acquisizione di nuovi pozzi per evitare i noti problemi che affliggono il territorio nei mesi estivi».

All’inaugurazione del totem per il Comune di Gravina erano presenti inoltre il presidente del Consiglio Claudio Nicolosi, il segretario generale Stefania Finocchiaro, il capo di Gabinetto Marco Rapisarda, Agata Viola dell’ufficio di Gabinetto ei consiglieri comunali Nino Leonardi e Angela Zanghì. Per Acoset sono intervenuti anche il direttore Giuseppe Rizzo, il dirigente responsabile dell’Area Utenze e IGT ing. Giuseppe Rapisarda e l’ing. Mario Laudani che hanno progettato il totem.

Utilizzando il totem multimediale si potranno effettuare tutte le operazioni che si effettuano già online sul sito dell’Acoset, sia quindi la stipula di nuovi contratti, che la gestione delle utenze esistenti (dal pagamento al duplicato della bolletta, dalla richiesta di rateizzazione alla visualizzazione dell’estratto conto) fino alla verifica dello stato delle pratiche amministrative. È possibile infine segnalare disservizi idrici e mancanza di acqua anche nelle pubbliche vie.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*