Il Consiglio comunale approva delibere urgenti su variazione tecniche di bilancio

Seduta di ieri sera del Consiglio comunale

Il Consiglio comunale, presieduto da Giuseppe Castiglione, ha approvato nella seduta di ieri sera, che si è svolta in contemporanea nell’aula consiliare e in videoconferenza, quattro delibere urgenti riguardanti variazioni tecniche di  bilancio, proposte da diverse direzioni comunali e diversi debiti fuori bilancio. Presenti il sindaco Salvo Pogliese, gli assessori Sergio Parisi, Alessandro Porto, Fabio Cantarella, Michele Cristaldi. Il primo cittadino in apertura dei lavori ha ringraziato l’assemblea cittadina “per il forte senso di responsabilità che ha sempre dimostrato nell’interesse esclusivo della città e che soprattutto nel periodo dell’emergenza Covid. Ho apprezzato la capacità di reagire alle avversità con un lavoro di dedizione nei confronti della città”. 

Il primo documento che ha ottenuto l’ok dell’Aula, con 22 favorevoli e un astenuto, è stato presentato dall’ assessore alla Protezione civile Alessandro Porto e riguarda una variazione del bilancio 2019/2023 per l’anno 2020, messe a disposizione del governo per le città metropolitane per progetti conseguenti ad eventi sismici, nel caso di Catania un finanziamento di 379mila euro destinato alla colonna mobile, anche sulla base di un protocollo Anci, e che era stato rimasto bloccato a causa del dissesto dell’ente. 

La seconda variazione del Bilancio di Previsione Finanziario 2019-2023 approvata, per l’annualità 2020, riguarda l’Asse 4 del Pon Metro. Il documento, illustrato dall’assessore alle Politiche comunitarie Sergio Parisi, ha ottenuto il via libera con 20 consiglieri presenti, 17 favorevoli e 3 astenuti.  La modifica del documento contabile si è resa necessaria per utilizzare i fondi europei del pon metro per la riqualificazione dell’ex mercato ittico. Un progetto messo a punto grazie al lavoro della direzione Politiche comunitarie in accordo con l’Agenzia per la coesione territoriale, e in sinergia con l’assessore Pippo Arcidiacono. Potrà essere realizzato in tempi brevi e ci darà anche l’opportunità di incidere per diminuire ancora i fitti passivi.

E’ stato l’assessore Fabio Cantarella a presentare la delibera proposta dalla direzione patrimonio e partecipate, relativa all’approvazione della relazione sull’attuazione delle misure previste nel piano di razionalizzazione. Il consesso civico si è espresso, con 18 consiglieri favorevoli e 2 astenuti, di un’attività ricognitiva obbligatoria, pena pesanti sanzioni, e riguarda le società a partecipazione pubblica e il piano di razionalizzazione. Nel corpo della delibera sono indicati tutti i passaggi dei processi, la fusione Amt e Sostare che è in corso di completamento, quella tra Sidra e Catania Rete Gas per la quale i CdA stanno elaborando il progetto di fusione.

Cantarella ha presentato anche la delibera sul piano economico finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani per l’anno 2020, una presa d’atto” che fa riferimento a graduazioni, riduzioni e agevolazioni tariffe in considerazione dell’emergenza covid-19. L’assessore Cristaldi, infine ha illustrato le quattro delibere relative a decreti ingiuntivi con debiti fuori bilancio per il pagamento di attività di custodia e mantenimento in vita nei rifugi ricovero dei cani randagi del territorio comunale, con un netto miglioramento rispetto al passato, che sono state anch’esse approvate.

Sulle approvazioni delle delibere da parte del consiglio comunale. il sindaco Salvo  Pogliese ha diffuso una nota: “Ancora una volta –ha detto il primo cittadino- il Consiglio comunale nella sua maggioranza dei componenti ha mostrato serietà e rigore badando all’interesse della città, approvando in tempi ristrettissimi delibere molto importanti. Si trattava di atti dovuti per chi ha sinceramente a cuore le sorti della città, anche se mi rendo che le commissioni e i singoli devono avere il tempo per poter vagliare il contenuto. Su questo e altre disfunzioni che sono state legittimamente segnalate ci confronteremo nella prossima conferenza dei capigruppo a cui parteciperò volentieri. Mi corre l’obbligo tuttavia di rilevare l’assenza sistematica in aula al momento del voto di alcune forze politiche che dovrebbero rappresentare il rinnovamento della politica e purtroppo invece si distinguono per l’assenteismo strumentale, secondo una logica di partito che non tiene in alcun conto i prevalenti interessi generali. Peccato, spero che con il nuovo anno ci possa essere un diverso atteggiamento nell’interesse esclusivo di aiutare la nostra città in un momento drammatico come quello che viviamo”.

Soddisfazione per l’efficienza mostrata dal Consiglio comunale, è stata espressa dal presidente Giuseppe Castiglione, il cui impegno per rendere funzionali i lavori d’aula e delle commissioni è estato evidenziato sia dai rappresentanti dell’Amministrazione che del consiglio, riuscendo a far svolgere i lavori d’aula nonostante le oggettive difficoltà.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*