Serie C, Catania battuto 3-2 dalla Casertana, in rete Piccolo e Manneh, rigore fallito da Sarao

Casertana-Catania: 3-2

Inizia male il 2021 per il Catania di Giuseppe Raffaele che alla ripresa del campionato è stato battuto 3-2 al “Pinto” di Caserta da una pimpante Casertana. I rossazzurri, dopo un buon avvio di gara, hanno subito la rete dei padroni di casa ma subito sono riusciti a pareggiare e sull’1-1 si è chiusa la prima frazione di gioco. Nella ripresa doppio vantaggio per la Casertana e poi occasione per accorciare per gli etnei con un rigore, però, fallito. Nel finale la rete del Catania con Manneh e poi pressione nell’area avversaria per cercare il pari, ma anche occasione per i padroni di casa per il 4-2 nei 5′ di recupero, fallita clamorosamente.

Partita non certo brillante quella dei rossazzurri che hanno commesso alcune leggerezze difensive, interrompendo così la lunga striscia positiva dopo cinque vittorie e tre pareggi. Diverso invece il discorso per i padroni di casa che hanno giocato una gara di personalità, nonostante le assenze, conquistando i tre punti e ritrovando la vittoria dopo un mese.

Dopo un predominio iniziale del Catania, con alcune buone giocate di Dall’Oglio, vicino al vantaggio (da annotare che nel riscaldamento ha accusato un risentimento muscolare Pecorino ed è stato infatti schierato in attacco Sarao), Casertana in vantaggio al 17′: Turchetta, da poco arrivato nell’organico dei campani, su cross di Carillo batteva l’incolpevole Confente per l’1-0.

Passavano 4′ ed il Catania al 21′ riusciva a pareggiare: Piccolo infilava l’angolino di Avella con un diagonale dal limite dell’area di rigore. Le due squadra hanno provato a trovare poi il vantaggio ma i primi 45′ si sono chiusi sull’1-1.

Inizio ripresa all’insegna della Casertana che trovava subito il vantaggio. Al 47′ infatti, sugli sviluppi di un corner calciato da Pacilli, Carillo– complice una errata uscita di Confente – realizzava il 2-1. Casertana che trovava anche il terzo gol al 65’: filtrante di Izzillo per Cuppone, che con un tocco sotto batteva Confente per il 3-1.

Occasionissima per accorciare le distanze al 68′ per il Catania infatti l’arbitro assegnava agli etnei un rigore per fallo di mano di Konate in area ma dal dischetto Sarao si faceva ribattere il tiro da Avella. Al 74′ però Manneh riportava in partita il Catania. Il ghanese, subentrato al 66′ al posto di Dall’Oglio, triangolava con Piccolo e batteva Avella in uscita. Nei minuti finali i rossazzurri provavano a riequilibrare le sorti dell’incontro senza riuscirci ed anzi era la Casertana, in contropiede, a fallire il 4-2 con Icardi che spediva il pallone fuori, solo davanti a Confente.

La gara si chiudeva con la vittoria della Casertana e con un Catania da rivedere e che nel prossimo turno, il 17 gennaio, al “Massimino”, ospiterà il Foggia.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*