“Perduti luoghi ritrovati” di Roberta Giuffrida fotolibro ricordo di Poggioreale

Uno splendido libro fotografico, pubblicato in occasione della ricorrenza dell’anniversario del terremoto del Belice (la notte tra il 14 e il 15 gennaio 1968). A Poggioreale il tempo si è fermato all’improvviso e ha preso una direzione diversa: un universo parallelo fatto di strade e case abbandonate e distrutte in cui l’opera del tempo e dell’abbandono si è sommato a quel “tempo del terremoto” che ha fermato tutto, congelando cose case e persino l’aria. Le foto in bianco e nero di Roberta Giuffrida restituiscono il senso di questo antico borgo abbandonato.

“Perduti luoghi ritrovati” raccoglie le foto che Roberta Giuffrida ha fatto a Poggioreale, borgo del trapanese abbandonato dopo il terremoto del Belìce. Con le fotografie di questo libro Roberta Giuffrida ha vinto il primo premio del concorso “Un luogo per ZeroBook” nel 2019, presieduto da Armando Rotoletti. Il concorso annuale promuove la fotografia di luoghi e aspetti del paesaggio umano abbandonati e su cui si punta l’obiettivo per una maggiore attenzione e cura, e per un recupero nella memoria collettiva.

“Cosa state vedendo? Davanti a voi sono i reperti drammatici di un terremoto (1968) che ha sradicato uomini, animali, case; un destino di morte che la nostra fotografa interpella sprigionando con la sua visione nuove ragioni di vita. Ma davanti a noi sono, anche, costruzioni distrutte da eventi naturali senz’altro catastrofici che sono divenuti segni del ricordo, capaci di narrarci di un tempo passato sul quale non vogliamo che scendi l’oblio” (dalla presentazione di Pippo Pappalardo).

Informazioni aggiuntive sulla pagina: https://www.girodivite.it/Perduti-luoghi-ritrovati-di.html

Roberta Giuffrida

Roberta Giuffrida (Catania, 1976), ingegnere meccanico per formazione e professione, è da sempre appassionata di fotografia, ha partecipato a diversi corsi, workshop, festival di fotografia (Etna Photo Meeting, Med Photo Fest, Ragusa Foto Festival) e numerose mostre collettive dell’ACAF (associazione catanese amatori fotografia).

Ama raccontare soprattutto attraverso il reportage narrativo-documentativo, la street photography e la fotografia urbex.

Mostre personali: “A Cunziria” per Med Photo Fest: presso il Museo dell’Immaginario Verghiano (Vizzini), e presso la Fototeca Siracusana (Siracusa). È tra gli Autori ammessi al Med Portfolio Contest 2019 (un lavoro esposto presso la GAM di Catania).

Nel 2019 ha vinto il concorso fotografico indetto da Girodivite/ZeroBook “Un luogo per ZeroBook”.

———————————

Le edizioni ZeroBook nascono nel 2003 a fianco delle attività di www.girodivite.it. Il claim è: “un’altra editoria è possibile”. ZeroBook è una piccola casa editrice attiva soprattutto (ma non solo) nel campo dell’editoriale digitale e nella libera circolazione dei saperi e delle conoscenze.
Per quanti sono interessati contattare email: zerobook@girodivite.it
O visitare le pagine su: https://www.girodivite.it/-ZeroBook-.html

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*