Fondi dalla Regione e nuova collaborazione con il “Bellini” di Catania, le novità per il “Garibaldi” di Modica: pronti finanziamenti per il comparto cultura che guarda all’estate con speranza

Conferenza stampa

Pronti finanziamenti ingenti per tutte le attività teatrali e culturali in Sicilia. In arrivo una boccata d’ossigeno per l’intero comparto cultura siciliano, pubblico e privato, messo in ginocchio dalla pandemia. Lo ha annunciato l’assessore regionale al Turismo e Spettacoli Manlio Messina in visita ieri al Teatro Garibaldi di Modica. Confermata nella legge di stabilità regionale, che presto andrà in aula per l’approvazione finale, la cifra dedicata al FURS, il Fondo unico regionale di rotazione per lo spettacolo: uno spiraglio di luce in vista di una riapertura, si spera a breve. Proprio del futuro del settore spettacolo siciliano si è parlato all’incontro di stamani a Modica. L’assessore Messina è stato accolto dal sindaco di Modica, Ignazio Abbate, presidente della Fondazione Garibaldi di Modica, e dal sovrintendente Tonino Cannata.

Presenti anche il commissario straordinario del Teatro Bellini, Daniela Lo Cascio e il sovrintendente Giovanni Cultrera. Per lui un ritorno a casa vista la sua collaborazione, mai interrotta, con il Teatro Garibaldi nell’organizzazione della stagione musicale.

“Il Governo regionale è al lavoro per programmare una stagione estiva, ovviamente nel rispetto delle restrizioni che garantiscano la più totale sicurezza, in modo da riprendere il prima possibile, non appena il Governo nazionale darà disposizioni in proposito”, ha detto l’assessore Messina. Anche la Fondazione Garibaldi, con cui l’Assessorato regionale ha già avviato proficui progetti, è al lavoro per organizzare la sua ripartenza all’insegna della cultura di qualità: “La visita di oggi dell’assessore ci rende particolarmente orgogliosi – commentano il presidente Abbate e il sovrintendente Cannatae conferma il Teatro Garibaldi tra i luoghi di cultura più prestigiosi e di rilievo dell’isola, tra l’altro inserito nella rete regionale dei teatri. Abbiamo parlato dei tanti progetti già intavolati per una futura ripresa in modo da farci trovare pronti, non appena sarà possibile, a incontrare il nostro pubblico”. Ovviamente si guarda all’estate, non solo per la ripresa culturale, ma anche turistica: “Stiamo lavorando anche su questo fronte – ha detto l’assessore Messina Speriamo in una campagna di vaccinazione effettiva e che entri presto pienamente a regime, che ci consentirà di rilanciare le attività culturali e riaprire le attività turistiche che stanno pagando, anche loro, un prezzo altissimo a causa della pandemia”.

Tra le novità annunciate c’è la riconfermata collaborazione con il Teatro Bellini di Catania. Come annunciato da Cultrera e dalla Lo Cascio, si sta già lavorando ad alcuni progetti musicali con gli artisti dell’ente lirico etneo, alcuni dei quali direttamente a Modica in estate.

Quella di Messina è la seconda presenza in pochi mesi di un esponente della Giunta siciliana al Garibaldi. A dicembre scorso era stato infatti l’assessore regionale ai Beni Culturali Alberto Samonà a visitare il teatro in occasione della sua riapertura al pubblico dopo i lavori di ammodernamento e restauro che hanno interessato la struttura.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*