Il 5 marzo sulla piattaforma GoToMeeting “Giornata Internazionale della Donna”

Locandina

La Cgil di Catania con il suo Dipartimento Politiche di genere, insieme allo Spi, alla Funzione pubblica e all’Auser, dedica alla “Giornata Internazionale della Donna” un’iniziativa on line di approfondimento e riflessione sul tema della riqualificazione dei consultori, dei diritti e delle conquiste legate alla legge 194  e sulla “economia della cura”.

L’appuntamento è stato fissato per il 5 marzo alle ore 15,30 sulla piattaforma GoToMeeting e sarà divulgato il link sui social della Cgil cittadina entro 48 ore prima dell’evento.  Nel corso dell’incontro si discuterà  anche della norme che, apparentemente a favore delle famiglie, minano la legge 194 e i diritti delle donne. La Cgil nazionale ha avviato una mappatura dei consultori sul territorio e degli attacchi di genere. 

“Proveremo a riflettere sulla riqualificazione dei consultori, attraverso il monitoraggio e l’intervento dell’azione sindacale e per la difesa dei diritti conquistati dalle donne- dicono la responsabile del Dipartimento Politiche di genere, Angela Battista e il segretario generale della Camera del lavoro di Catania, Giacomo RotaIl tema verrà affrontato attraverso una discussione con esperti e sindacalisti sul diritto alla salute attraverso la medicina di genere, la piena applicazione della Legge 194/78 e la necessità di una nuova dimensione economica della cura, con il potenziamento delle infrastrutture sociali per la ripresa dell’occupazione femminile”.

Dopo i saluti di Rota, i lavori saranno coordinati dalla segretaria confederale Giuseppina Rotella e avviati dalla relazione di Angela Battista, responsabile del Dipartimento Politiche di genere della Cgil catanese.

Interverranno: Josè Calabrò, femminista e autrice, Udi; Nicoletta Gatto, presidente AUSER Catania; Gaetano del Popolo, segretario generale Funzione Pubblica Cgil; Elvira Morana, responsabile Politiche di genere Cgil Sicilia; Pina Ferraro Fazio, assistente sociale, sociologa, consigliera Ordine assistenti sociali della Regione Marche; Sandro Sammartino, UOC Coordinamento Territoriale materno-infantile ASP Catania; Margherita Patti, segreteria Spi Cgil; Rosaria Leonardi, segretaria confederale Cgil Catania. Le conclusioni sono affidate a Rossana Dettori, segretaria confederale Cgil nazionale.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*