“Torre Leone” – ex Palazzo di cemento, continuano le difficoltà per gli assegnatari, il 5 marzo conferenza stampa a Librino

Ex palazzo di cemento

Il Sunia di Catania e la “Piattaforma per Librino” segnalano il permanere delle difficoltà che incombono giornalmente sugli assegnatari della “Torre Leone” ex Palazzo di cemento,  che si ritrovano abbandonati  tra lavori ancora incompleti e continue emergenze.  Per questo motivo le due sigle  convocano una conferenza stampa alle ore 10.30 di venerdì 5 marzo, di fronte il palazzo di Viale Moncada 3. 

Sunia e Piattaforma per Librino chiedono all’amministrazione comunale di convocare una conferenza dei servizi per definire una “road map” delle azioni da intraprendere in tempi brevi, per consentire agli assegnatari una buon qualità della vita e per  individuare le criticità e gli interventi  da richiedere all’impresa che ha effettuato i lavori. 

Nonostante  gli alloggi siano stati assegnati già da un mese e mezzo, “gli impianti incompleti, la difficile gestione del condominio, la mancata fornitura di servizi importanti come quello del gas, la scarsa celerità d’intervento delle  aziende che forniscono i servizi , il mancato completamento delle assegnazioni, affliggono tutti coloro che oggi godono di un sacrosanto diritto alla casa, ma solo a metà – spiegano Giusi Milazzo, segretaria generale del Sunia e Sara Fagone, portavoce Piattaforma per Librino- Senza contare i nuovi problemi che temiamo stiano per esplodere;  crediamo infatti che alcuni lavori non siano stati eseguiti a regola d’arte”.

Per Sunia e Piattaforma per Librino, “è necessario fare presto sia perché riteniamo che nel caso in cui perdurino le difficoltà, già da tempo denunciate da queste organizzazioni , la scommessa fatta sul Palazzo, sottratto all’utilizzo delle mafie, sia davvero a rischio di fallimento, sia perché è importante che l’Amministrazione pretenda ogni possibile intervento da parte dell’impresa per ovviare ad un’ eventuale esecuzione frettolosa”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*