Ex marito violento arrestato dagli agenti delle Volanti per tentato duplice omicidio

Intervento Polizia

Nel pomeriggio di sabato, personale delle Volanti ha arrestato L.G.F. (classe 1987) per il reato di tentato omicidio perpetrato nei confronti dell’ex moglie e del nuovo compagno di quest’ultima. La Volante veniva inviata in viale M. Rapisardi ove era stata segnalata una lite a seguito di incidente stradale.

In effetti in loco vi erano due macchine incidentate e un capannello di persone; tra due di esse, un uomo e una donna, la lite era particolarmente animata. Davanti ai poliziotti, appena giunti, l’uomo dava un calcio alla donna e quindi veniva bloccato. Ciononostante continuava ad agitarsi e dimenarsi tentando di scagliarsi con la donna e contro l’uomo con cui la stessa si accompagnava.

Dopo aver fatto giungere in loco personale del 118 per medicare i tre soggetti coinvolti nella lite, si procedeva a ricostruire i fatti accaduti. La donna dichiarava di essersi separata di fatto da tre mesi dal marito, il quale aveva lasciato il tetto coniugale ed era tornato a vivere con la madre.

Tuttavia, a dire della signora l’uomo cambiava periodicamente idea tentando di riallacciare la relazione dalla quale erano nati due figli e di fronte a ripetuti dinieghi minacciava la moglie, passando alla vie di fatto in alcune occasioni; altresì, aggiungeva che da un paio di settimane aveva intrapreso una relazione sentimentale con l’uomo che era sul posto con lei e che il marito, venuto a conoscenza di tale frequentazione, aveva minacciato di morte entrambi ed era riuscito a contattarli tramite social network.

Nella medesima mattinata avevano ricevuto una nuova minaccia ed avendo saputo che era stato un conoscente comune a riferire all’ex marito gli spostamenti della coppia, la signora e il compagno organizzavano un incontro con tale soggetto; ma all’incontro si presentava il marito, il quale vista la coppia di fidanzati in strada fuori dall’auto tentava di investirli con la sua macchina a tutta velocità. Solo grazie alla prontezza di riflessi del compagno della signora si evitava il peggio e l’investitore andava a collidere con l’autovettura delle vittime.

A quel punto l’ex marito, non appagato, sceso dall’auto si avventava contro i fidanzati e in suo ausilio giungevano alcuni parenti. Dopo tutti i rilievi di rito, le due vittime venivano condotte in ospedale dove venivano refertate con una prognosi di giorni 30 ciascuna per politraumi e il reo veniva arrestato e condotto in carcere su disposizione del Pm di turno in attesa del giudizio di convalida.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*