Pusher arrestato dai “Falchi” della Squadra Mobile, consegnava a domicilio cocaina

Pattuglia Sezione Falchi della Squadra Mobile

La Polizia di Stato ha arrestato un pregiudicato di 34 anni, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di cocaina. Nel pomeriggio del 30 marzo, in seguito ad alcune informazioni che segnalavano la frenetica attività di uno spacciatore “a domicilio”, i Falchi della Squadra Mobile hanno predisposto un servizio di appostamento nel quartiere di Ognina.

Si appurava che un soggetto a bordo di una Fiat Panda era solito effettuare delle consegne a domicilio di cocaina nel centro della città etnea ad insospettabili acquirenti. Dopo pochi minuti le pattuglie della Polizia di Stato individuavano l’autovettura in questione e la fermavano nei pressi di Piazza Europa, per procedere a un controllo.

Il conducente, un pregiudicato con precedenti specifici, capendo di essere stato scoperto ammetteva di trasportare, occultata in un nascondiglio creato ad hoc sotto il cruscotto, della sostanza stupefacente. Effettivamente, all’interno dell’autovettura venivano rinvenute 40 dosi di cocaina, suddivise in diverse pesature, in base al prezzo di vendita.

Si procedeva quindi a estendere la perquisizione presso il domicilio del soggetto e si trovavano ulteriori 10 grammi di cocaina in pietra (un totale complessivo di circa 35 grammi), diverse pillole utilizzate per tagliare lo stupefacente, materiale per il confezionamento e la pesatura delle dosi e oltre 10.000 euro in contanti.

Venivano altresì ritrovati diversi “pizzini” riconducibili all’attività illecita e contenenti i nomi dei presunti acquirenti e le cifre relative alla compravendita della cocaina. Lo spacciatore veniva, quindi, arrestato e, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, condotto in carcere in attesa dell’udienza di convalida dinnanzi al G.I.P.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*