Normale vedere corpi mobili nel campo visivo? I buoni consigli di Clinica Baviera

Non ci si rende conto di quanto sia importante ed essenziale la vista finché da un giorno all’altro non si nota qualcosa di diverso e strano e ci si preoccupa. Molte persone si chiedono se sia normale vedere all’improvviso dei corpi mobili, che in realtà non ci sono, nel proprio campo visivo; la risposta è sì, e non stiamo parlando di alieni, ufo o fenomeni paranormali; si tratta delle cosiddette “mosche volanti”.

Secondo gli esperti medici oculisti di www.clinicabaviera.it, una delle più importanti società oftalmologiche in Europa, vedere mosche volanti o lampi di luce è più comune di quanto si possa pensare. Il 70% degli italiani ammette di aver visto queste piccole macchie, puntini, linee o lampi che appaiono da un momento all’altro nel campo visivo almeno una volta nella vita.

Il nome scientifico è miodesopsie (mosche volanti) o fotopsie (lampi di luce) e si verifica quando il vitreo, sostanza gelatinosa che si trova all’interno del bulbo oculare e in contatto con la retina si stacca. In particolare le miodesopsie sono secondarie ad addensamenti del corpo vitreo, mentre le fotopsie possono essere la diretta conseguenza di trazioni che il vitreo esercita sulla retina (trazioni vitreo-retiniche), oppure possono derivare anche da altre cause che esamineremo di seguito. Se questo accade è importante consultare un oculista perché può dipendere anche da un distacco della retina. Le macchie e ombre possono essere di diverse forme e dimensioni e non rimangono mai ferme, diventano più intense quando si guarda un punto chiaro e luminoso ma nella maggior parte dei casi durano per un tempo breve. Gli esperti di Clinica Baviera spiegano quali sono le principali cause di queste miodesopsie o lampi di luce:

1.Casuali e durano poco tempoIn molti casi vedere lampi negli occhi, luci e ombre è semplicemente dovuto a qualcosa di transitorio che scompare dopo pochi minuti; per esempio, quando si guarda una superficie chiara o si passa rapidamente da un luogo molto buio a un altro più luminoso. Questo effetto di solito dura davvero poco e non ha alcuna importanza. Può anche verificarsi quando ci si strofina gli occhi e si fa un po’ di pressione sulla retina.

2. Età avanzata A volte le mosche volanti sono semplicemente dovute all’età, formazioni di cellule che galleggiano nel vitreo a causa dell’ invecchiamento del vitreo. Con l’avanzare dell’età il corpo vitreo subisce un deterioramento e dopo una fluidificazione della componente gelatinosa si possono formare piccoli frammenti o addensamenti che, bloccando almeno in parte i raggi luminosi nell’occhio, proiettano le loro ombre sulla retina. Le ombre, in questo caso, si vedranno solo di tanto in tanto, soprattutto quando si guarda una superficie liscia.


3. Distacco della retina dovuto a miopia La miopia è una delle cause più comuni di flash e fotopsie, in alcuni casi dovuti al distacco della retina. Una gradazione superiore alle cinque diottrie rende il rischio di subire un distacco dieci volte superiore a quello di una persona senza questa patologia. Se si notano i sintomi meglio andare subito da un oculista poiché l’unico trattamento per il distacco della retina è la chirurgia, più specificamente la microchirurgia, e l’obiettivo è quello di rimettere la retina nuovamente sul piano coroideale.

4. Emicranea Il mal di testa è una delle patologie più comuni nella popolazione e le emicranie molto più forti del normale possono causare anche disturbi visivi. Problemi che appaiono di solito 24 ore prima del mal di testa, per cui non ci si rende conto che siano associati all’emicrania; questo fenomeno si chiama “aurea oftalmica”. Gli effetti più comuni sono: lampi di luce, punti neri, ipersensibilità alla luce e visione offuscata. Altri sintomi dell’emicrania sono brividi, perdita di appetito e persino vomito. La cosa normale da fare in questi casi è riposare finché i sintomi non passano, usare antidolorifici e avere pazienza.

5. Melanoma oculare Il vedere macchie scure, lampi e ombre può essere causato anche dal melanoma oculare. E’ un tipo di tumore che colpisce l’occhio, difficile da individuare, quindi è molto importante fare controlli regolari con l’oculista nel caso in cui i flash persistano nel tempo.

6. Emorragia oculare Le fotopsie possono anche essere causate da un’emorragia oculare dovuta a volte a malattie come il diabete o l’ipertensione, dall’ostruzione dei vasi sanguigni o da lesioni oculari.

7. Uveite L’uveite è un’infiammazione degli strati dell’uvea nella parte posteriore dell’occhio. Questa infiammazione si manifesta anche con la visione di macchie scure e ombre. Di solito è dovuta a infezioni o malattie infiammatorie.
Non c’è un vero modo per evitare la visione di lampi o mosche volanti, perché sono spesso associate all’età o alla miopia, ma è sempre consigliabile prendersi cura di se stessi e cercare di prevenire l’invecchiamento prematuro degli occhi. Avere una buona cura degli occhi può aiutare, almeno in parte, a ritardare la comparsa di questi problemi. Ecco alcune raccomandazioni degli esperti di Clinica Baviera che possono aiutare:

Seguire una dieta equilibrataÈ importante mangiare verdura e frutta perché sono una fonte di vitamina A e C. Una dieta equilibrata e una giusta idratazione sono essenziali per la salute generale e quindi hanno un impatto anche sulla salute degli occhi. Gli alimenti con omega 3, vitamine, minerali e antiossidanti agiscono come protezione contro i radicali liberi e rallentano l’invecchiamento degli occhi.

Mantenere una giusta idratazione degli occhiMantenere gli occhi sempre ben idratati è essenziale per una buona visione. Se si soffre di occhi secchi si possono idratare con lacrime artificiali. Bere almeno 1.5-2lt al giorno per mantenere ben idratato il corpo vitreo.

Riposare gli occhiDormire a sufficienza ed evitare l’affaticamento degli occhi causato da computer, schermi di cellulari e tablet. Mantenerli alla giusta distanza ed illuminazione.

Proteggere gli occhi dal soleIl sole diretto negli occhi può danneggiarli quindi è bene proteggerli e indossare occhiali da sole per evitare gli effetti nocivi dei raggi UV.

Evitare traumiÈ importante evitare lesioni agli occhi, molte volte basta avere un po’ di attenzione per prevenire situazioni pericolose come farsi male con un ramo ma altri piccoli incidenti sono difficili da evitare. Un buon consiglio è quello di indossare occhiali da sole quando si pratica sport o si cammina per evitare che corpi estranei come sabbia, polvere o anche insetti entrino negli occhi e possano causare fastidi e problemi.

Andare regolarmente dall’oculista Infine, è essenziale andare regolarmente dall’oculista per un controllo e, soprattutto, se si notano sintomi insoliti, meglio comunque consultare un esperto e chiedere consiglio.

Il Dr. Federico Fiorini, Medico Oculista e Direttore Sanitario di Clinica Baviera Bologna spiega: “Le mosche volanti e i lampi di luce sono una delle problematiche più comuni per cui ci si reca dall’oculista in quanto fastidiosi e i pazienti pensano di avere qualcosa di grave anche se, in molti casi, per quanto riguarda le miodesopsie si tratta spesso di semplici problemi età correlati; mentre quando si notano dei flash luminosi nel campo visivo (fotopsie) cosiglio di eseguire quanto prima un esame del fondo oculare. Noi di Clinica Baviera consigliamo comunque in caso di dubbi di consultare uno specialista perché è molto importante rilevare i problemi in tempo nel caso in cui essi siano dovuti a qualcosa di più grave come a un distacco della retina.”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*