Sequestro preventivo di armi della Polizia dopo una violenta lite in un condominio di Monte Po’

Intervento Polizia

Nel pomeriggio di ieri personale delle volanti è intervenuto presso un condominio ubicato in via S. S. Marino, zona Monte Po’, dove era stata segnalata una violenta lite che vedeva coinvolte più persone, appartenenti a due diversi nuclei familiari. Giunti sul posto, gli operatori della volante, hanno trovato diverse persone, che sentite sull’accaduto, hanno raccontato che la lite scaturita da dissidi mai sanati tra le due famiglie in merito al parcheggio della auto, aveva visto “protagoniste” in particolare due donne appartenenti alle due parti in causa.

Una di esse presentava dei graffi al volto e riferiva di essersi recata in visita dai genitori e di essere stata aggredita da una signora residente nello stesso pianerottolo; quest’ultima dava una versione diametralmente opposta, raccontando che la figlia dei suoi vicini, aiutata dal padre, l’aveva percossa nel momento in cui era intervenuta in soccorso del marito e del figlio aggrediti anche’essi dalla predetta donna.

La lite veniva sedata prima dell’arrivo della Polizia grazie all’intervento dei mariti delle due donne che riuscivano a separarle; una di esse veniva trasportata al pronto soccorso tramite 118 e veniva refertata con una prognosi di giorni 10, mentre l’altra si recava successivamente in ospedale.

Alla luce di quanto appurato, pertanto, gli operatori – come da prassi- procedevano al ritiro cautelativo delle armi di uno dei due uomini coinvolti nella lite, titolare di licenza di porto d’armi per uso sportivo e detentore di due fucili e una carabina presso la sua abitazione.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*