La palla ovale catanese piange Ezio Vittorio, ex giocatore e coach dell’Amatori Catania

Nella foto la grinta di coach Ezio Vittorio

Un malore, all’improvviso, lo ha portato via, a 56 anni, sottraendolo all’affetto della moglie Claudia, dei suoi due figli Eleonora e Leonardo, della suocera Maria e soprattutto a quello di un intero movimento rugbistico catanese, siciliano e nazionale. Ha infatti passato per l’ultima volta l’ovale Ezio Vittorio, catanese, ex rugbista di Amatori e Cus Catania, attuale tecnico dell’Amatori Catania, gigante buono, sorriso spiazzante, carattere forte e determinato, mai domo, dai modi diretti e dall’animo nobile, sempre pronto a dispensare consigli ai più giovani. Un malore, un improvviso dolore al petto, lo ha portato via lasciando sgomento l’intero movimento rugbistico catanese e siciliano.

Ezio Vittorio con i giocatori dell’Amatori Catania

Ezio Vittorio, tesserato per l’amatori Catania già a 10 anni, aveva esordito in prima squadra appena 15enne disputando undici campionati di Serie A. Dopo avere smesso di giocare, per un problema ai legamenti del ginocchio, aveva intrapreso la carriera di allenatore riportando gli etnei in serie A. Ricordiamo che era un nipote d’arte, infatti i suoi zii erano Nino e Pippo Puglisi, altre due colonne del rugby etneo, entrambi nazionali.

La sua passione per la palla ovale era nata alla pescheria di Catania, dove vicino alla macelleria di Nino Puglisi, c’era il banco del pesce del padre di Ezio e di Lorenzo, il fratello. I funerali di Ezio Vittorio si svolgeranno mercoledì 9 giugno alle ore 11,15 nella Chiesa Cattedrale del Duomo di Catania

Una perdita, quella di Ezio Vittorio, così lacerante e difficile da accettare, che lascia un vuoto incolmabile nella vita di tutti coloro che lo hanno conosciuto e che gli erano vicini. Il Direttore responsabile, il condirettore e redazione di “Cronaca Oggi Quotidiano”, si associano al dolore dei familiari, della moglie Claudia, dei figli Eleonora e Leonardo, della suocera Maria.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*