Finale scudetto A1 donne – gara 5, l’Ekipe Orizzonte conquista “di rigore” il suo 21° titolo, battuta 14-11 a Padova la Plebiscito

Le campionesse d'Italia dell'Ekipe Orizzonte (Foto Emanuele Pennacchio/DeepBlueMedia)

L’Ekipe Orizzonte ha conquistato il suo 21° titolo di campione d’Italia. Battuta la Plebiscito a Padova per 14-11 ai tiri di rigore dopo essere stata avanti sul 5-1 nel primo quarto, ma poi sotto per 10-9 a due minuti dalla fine. Per le etnee doppietta dopo il successo in Coppa Italia, nonché conferma dello scudetto del 2019. La serie si è chiusa sul 3-2 con ben quattro partite su cinque decise dai cinque metri.

Strepitosa prestazione di Queirolo, autrice di sei gol. Decisivi i pali colpiti ai rigori da Centanni e Meggiato; a segno Barzon (al primo titolo con l’Ekipe dopo i quattro conquistati col Padova dal 2015 al 2018), Marletta, Vukovic ed Emmolo per la società siciliana al cospetto della trasformazione di Queirolo.

Nei primi minuti della partita sinfonia etna di gara due. La Plebiscito Padova vinceva lo sprint, ma sul ribaltamento Viacava fulminava subito Teani, controsole, con un tiro a schizzo (1-0). Palmieri ripuliva al centro e con una beduina raddoppiava dopo un minuto (2-0); la fuoriclasse serba Vukovic poi trasformava la prima superiorità numerica (3-0). Padova sbandava, sbagliava anche una doppia opportunità con l’uomo in più e veniva tenuta su solo da una conclusione da fuori di Queirolo (1-3). Eccezione, immediatamente archiviata dalla beduina di Vukovic e dal tiro da fuori di Riccioli che chiudeva la prima frazione sul 5-1.

Esultanza Ekipe Martina Miceli Ekipe Orizzonte Photo Emanuele Pennacchio / Deepbluemedia / Insidefoto

Nel secondo tempo la Plebiscito Padova reagiva con veemenza e compostezza. Ranalli si prendeva il rigore (fallo grave di Palmieri – secondo) che capitan Queirolo buttava alle spalle della spiazzata Gorlero (2-5). Cocchiere beffava poi Emmolo e si esibiva nella sciarpata del -2 (3-5). Queirolo piazzava la bomba del -1 (4-5) sbloccando la statistica in superiorità. Catania non ci stava e rispondeva sfruttando con Marletta il seguente extraman per il 6-4 che portava al cambio campo con l’inerzia imprevedibilmente cambiata.

In apertura di terzo tempo un tiro da fuori di Dario veniva deviato da Marletta con la palla che colpiva la traversa e carambolava beffardamente sulla testa di Gorlero e in rete (5-6). Marletta ristabiliva le distanze insaccando la terza superiorità su sette; ma la difesa catanese a metà tempo compiva un’ingenuità ai cinque metri e consentiva a Teani di lanciare direttamente Queirolo che fulminava Gorlero (6-7). La cinque ligure poi pareggiava (7-7) con una bordata da fuori; Vukovic faceva tripletta da sola dopo un doppio extraplayer (8-7), ma Padova passava ancora in superiorità con Centanni (8-8).

Tanta la tensione nell’ultimo parziale. Ci provava Garibotti e Catania sembrava più lucida. Infatti sulla decima occasione in più, per fallo grave di Dario, la numero tre catanese si iscriveva a referto per il nuovo vantaggio (9-8). Dall’altra parte anche le venete sfruttavano l’uomo in più con Centanni, che si involava in controfuga e serviva l’assist al bacio per il sesto gol di Gorlero (9-9). Palmieri usciva per limite di falli gravi, ma Ranalli falliva il possibile primo vantaggio. Sull’undicesima superiorità ancora decisiva Queirolo che trovava in mezzo Ilaria Savioli che portava avanti Padova per la prima volta (10-9). Ultimi due minuti di fuoco: Martina Savioli e Ranalli uscivano per tre falli gravi e allora Aiello segnava dal centro il pareggio (10-10) che mandava ai rigori la serie per la quarta volta su cinque gare. Lo scudetto si assegnava così dai cinque metri e la spuntava l’Ekipe Orizzonte 14-11 .

Finale scudetto A1 F – al meglio delle cinque partite
tutte in DIRETTA RAI SPORT + HD

Gara 1 – venerdì 28 maggio
Padva – Centro Sportivo Plebiscito, Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte 13-12 dtr (9-9)

Gara 2 – domenica 30 maggio
Padova – Centro Sportivo Plebiscito, Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte 8-9 

Gara 3 – venerdì 4 giugno
Catania – Piscina Francesco Scuderi, L’Ekipe Orizzonte-Plebiscito Padova 12-14 dtr (11-11)

Gara 4 – domenica 6 giugno
Catania – Piscina Francesco Scuderi, L’Ekipe Orizzonte-Plebiscito Padova 10-8 dtr (6-6)

Gara 5 – mercoledì 9 giugno
Padova – Centro Sportivo Plebiscito, Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte 11-14 dtr (10-10)

Fonte: Federnuoto.it

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*