Serie A2, Copral Muri Antichi battuta dall’Acquachiara Napoli, giocherà i Play Out

Niente da fare per la Copral Muri Antichi che esce sconfitta da Napoli e abbandona il sogno playoff. La formazione di mister Scorza aveva accarezzato il sogno di conquistare un posto per gli spareggi promozione in serie A1, traguardo mai raggiunto dalla compagine del presidente Luigi Spinnicchia. Sono stati però i ragazzi allenati da mister Fasano a portare a casa la vittoria che consente loro di giocarsi la promozione nella massima serie. La Copral non ha però nulla da rimproverarsi, i ragazzi scesi in vasca hanno dato il massimo per provare a centrare l’obiettivo, ma una maggior freschezza atletica dei partenopei alla lunga ha fatto la differenza.

La gara era iniziata col piglio giusto per la Copral subito avanti col doppio vantaggio con Tringali e Camilleri (3 gol ciascuno). L’ex Aiello ricuce, Ruggieri para un rigore e ancora Tringali sigla in superiorità il 3-2. Il secondo parziale è quello che ai numeri condanna i Muri Antichi. Il pari arriva grazie a Tozzi solo davanti a Ruggieri (5-5), ma Acquachiara prova lo strappo chiudendo 7-5 grazie alla vena di Briganti bravo dalla lunga distanza. In apertura di terzo parziale capitan Muscuso accorcia, ma non basta per impensierire i padroni di casa che sembrano averne di più. Non manca il solito orgoglio Muri Antichi che si porta sul -1 (10-9) ma spreca il gol del pari. Acquachiara è più cinica e veloce per rispedire al mittente gli attacchi etnei e a mettere fine alla contesa sul 12-9.

Archiviata la cocente sconfitta non c’è tempo per fermarsi. Mercoledì 16 giugno, con orario ancora da stabilire, andrà di scena alla piscina “Scuderi” di Catania gara-1 dei play-out contro il Tuscolano. Gara-2 si svolgerà a Roma sabato 19 giugno. L’eventuale gara-3 è prevista per mercoledì 23 giugno nuovamente tra le mura amiche.

“Abbiamo retto fin quanto abbiamo potuto – ammette mister Scorza – abbiamo commesso degli errori che hanno permesso loro di allungare. Rincorrere non è mai facile, sul 10-9 potevamo acciuffarla ma non ce l’abbiamo fatta. La loro condizione fisica si è rivelata migliore nella seconda parte di gara, sono partiti in contropiede e ci hanno punito. Non tutti erano al 100% della condizione e questo lo abbiamo pagato soprattutto nel finale. Quello che abbiamo fatto bene all’inizio non ci è venuto bene dopo, anche in superiorità abbiamo poi pagato una scarsa lucidità. Adesso ci rimbocchiamo le maniche e pensiamo subito al Tuscolano. Abbiamo lottato fino in fondo, ci abbiamo provato ma loro si sono dimostrato più in palla di noi. Volevamo scrivere la storia, ma da domani pensiamo solo a vincere contro il Tuscolano”.

ACQUACHIARA ATI 2000-COPRAL MURI ANTICHI 12-9

ACQUACHIARA ATI 2000: M. Rossa, M. Rocchino, D. De Gregorio 2, P. Musacchio, I. Occhiello, E. Aiello 3, M. Occhiello, M. Aiello, M. Lanfranco 1, V. Tozzi 1, S. Mauro 2, L. Briganti 3, C. Alvino. All. Fasano.

COPRAL MURI ANTICHI: P. Ruggieri, A. Schilirò, V. Nicolosi, D. Zovko 1, S. Longo, M. Marangolo 1, S. Camilleri 3, A. Tringali 3, I. Castagna, V. Belfiore, L. Muscuso 1, F. Basile, P. Lazzara. All. Scorza.

Arbitri: Ricciotti e Bianco.

Note. Parziali: 2-3, 5-2, 3-3, 2-1. Usciti per limite di falli Muscuso (M) nel terzo tempo e Briganti (A) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Acquachiara Ati 2000 3/11 + 2 rigori; Copral Muri Antichi 4/9. Nel primo tempo Briganti (A) fallisce un rigore (parato).

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*