Polizia Locale, controlli anticovid e commerciali con verbali e sanzioni

Controlli in via Gesualdo Clementi

Anche nei giorni scorsi la Polizia Municipale ha effettuato numerosi servizi per verificare il rispetto delle normative commerciali e delle disposizioni dettate per il contenimento della pandemia, ancora in vigore in costanza di zona gialla. Riguardo ai controlli anti Covid-19, il Personale della Polizia Municipale, congiuntamente ad agenti della Questura, è intervenuto per porre fine a una festa organizzata da privati in una villa in Via Santa Sofia, contestando al proprietario un verbale di €.400,00 per aver violato le normative Covid ed aver consentito la formazione di assembramenti di persone. Stessa sorte è toccata a un invitato che, all’atto del controllo, era privo di mascherina protettiva. In Via Pacini, le pattuglie della Polizia Annonaria hanno eseguito la chiusura di un esercizio di vicinato di prodotti alimentari, in quanto il titolare operava senza indossare il dispositivo di protezione individuale. L’esercente è stato verbalizzato con una multa di 400,00 euro e con la chiusura provvisoria della propria attività per 5 giorni. Nel prosieguo della propria attività di servizio, sempre in Via Pacini, ispettori della Polizia Commerciale hanno sottoposto a controllo amministrativo altre due attività commerciali, elevando un verbale di 3.000,00 euro a ciascuno dei due titolari perché risultati sprovvisti di SCIA per la vendita di prodotti alimentari. Infine, in Via Gemmellaro, sono stati verbalizzati con una multa di 400,00 euro due pedoni che non indossavano la mascherina protettiva obbligatoria.

I mezzi della Polizia Municipale

In piazza San Francesco, è stato verbalizzato un parcheggiatore abusivo che oltre a violare le norme del codice della strada, contravveniva la normativa Covid omettendo di utilizzare la mascherina. Per questo motivo, sono stati elevati nei suoi confronti verbali dell’importo complessivo di 1.132,00 euro. Sul fronte dei controlli amministrativi alle attività commerciali, la Polizia Annonaria, con l’ausilio di due equipaggi dell’Arma dei Carabinieri, ha effettuato un controllo nei confronti di una macelleria di Via Gesualdo Clementi perché la titolare aveva occupato 20 mq. di suolo pubblico con cartelloni, tavoli, sedie e vetrinette espositive. Essendo risultata priva di concessione di suolo pubblico, l’esercente – già più volte sanzionata e oggetto di un provvedimento di chiusura della propria attività per i 30 giorni, è stata nuovamente sanzionata e deferita all’Autorità Giudiziaria per il reato di invasione di terreni pubblici. I materiali e gli arredi che occupavano abusivamente il suolo pubblico sono stati sottoposti a sequestro penale e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

E ancora, in via Zappalà Gemelli, il titolare di un Bed & Breakfast è stato verbalizzato con una multa di 1.032,00 euro perché esercitava la propria attività senza aver presentato la SCIA amministrativa. In Corso Italia, Via della Collegiata, Viale della Libertà e in Via Vittorio Emanuele sono stati sanzionati per occupazione abusiva di suolo pubblico, ognuno con un verbale di 173,00 euro, quattro esercenti che avevano invaso, con merci e arredi vari, la zona antistante la propria attività commerciale. Ai quattro commercianti è stato anche disposto l’immediato ripristino dello stato dei luoghi.

Infine, in materia di commercio itinerante su area pubblica, è stato sanzionato un venditore ambulante di prodotti ortofrutticoli in Piazza Bonadies sprovvisto di autorizzazione amministrativa al commercio, dei requisiti professionali e della concessione di suolo pubblico, motivo per il quale sono stati elevati verbali dell’importo complessivo di. 3.579,00 euro, con sequestro della merce che è stata poi devoluta in beneficenza. Il venditore ambulante è stato anche sanzionato con un verbale di 400,00 euro perché all’atto del controllo ometteva di indossare la mascherina protettiva.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*