“Aci Trezza. Un giro di suggestioni artistiche”, inaugurata la mostra sul borgo dei Malavoglia, tra bellezze naturalistiche, storia, cultura e folklore

Un “viaggio” artistico, storico, naturalistico e culturale per scoprire il borgo dei Malavoglia di verghiana memoria. C’è tutto questo e non solo nella mostra dal titolo “Aci Trezza. Un giro di suggestioni artistiche” che ha aperto ieri i battenti all’interno del salone “Roberto Rimini” di Villa Fortuna sul lungomare dei Ciclopi. Un evento organizzato dall’Università di Catania e dal Centro Studi Aci Trezza insieme con la Pro Loco Aci Castello e con il patrocinio del Comune di Aci Castello.
Fino al 1° luglio – dalle 18 alle 22, ingresso libero – i visitatori potranno ammirare le spettacolari immagini subacquee e gli incantevoli scorci terrestri della Riserva naturale integrale Isola Lachea, gestita dall’Università di Catania, realizzate dal fotografo Fabrizio Frixa oltre alla raccolta di riproduzioni di fotografie antiche di Aci Trezza curate dall’ateneo catanese con la collaborazione dei trezzoti Giuseppe e Nello Grasso. In esposizione anche diverse immagini la sulla storica pantomima donate dall’associazione “U Pisci a Mari” e dei mastri d’ascia di Aci Trezza a cura di Massimo Vittorio.
E ancora i ritratti paesaggistici di Antonio Mazzamuto e tre modelli di imbarcazione tipiche trezzote realizzate dal mastro d’ascia Salvatore Rodolico, i dipinti della scuola d’arte “Art’è” di Salvo Coglitori che per l’occasione ha messo in mostra un suo dipinto con tema “I Malavoglia”. In mostra anche le opere di due artiste straniere: l’americana Darcy Rader e la scozzese Jade Darling.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*