Confcommercio Calatino chiede stato di calamità per alte temperature con picchi fino a 45 gradi e colture in ginocchio

Alte temperature per le colture

Le associazioni dei commercianti aderenti a Confcommercio Calatino hanno scritto al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, all’Assessore all’Agricoltura onorevole Antonino Scilla e ai Sindaci del comprensorio per  richiedere lo stato di calamità naturale a seguito dell’eccezionale fenomeno atmosferico che ha determinato l’ondata di caldo di fine giugno.  A seguito delle innumerevoli segnalazioni ricevute la Confcommercio si è attivata a sostegno degli imprenditori agricoli in difficoltà a causa delle alte temperature con picchi fino a 45 gradi rilevate nei territori dei comuni del Calatino che hanno messo a rischio le produzioni di uva da tavola e da mosto, le colture ortive e quelle frutticole. In conseguenza di tale eccezionale fenomeno atmosferico, i danni sono stati calcolati fino al 70% con punte in alcuni casi anche del 100%, pertanto si ritiene sussistano i presupposti per richiedere al Presidente della Regione Sicilia ed a tutti gli organi competenti deputati, previa opportuna ed urgente Delibera di Giunta, lo stato di calamità naturale.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*