Al via le attività della Consulta giovanile della città, eletto l’ufficio di presidenza

Consulta

Al via le attività della Consulta giovanile della città di Catania. Presidente è l’assessore Barbara Mirabella, presidente delegato Davide Cicero, vicepresidente, Piersalvo Catania, componenti del direttivo: Vincenzo Coppola, Luca Naselli, Salvatore Di Carlo, Giorgio Platania, Giuseppe Arona, Irene Quartararo. Si è svolta  alla presenza del sindaco Salvo Pogliese e dell’assessore alle Politiche giovanili Barbara Mirabella, nel Palazzo della Cultura, l’assemblea della Consulta giovanile che ha portato alla nomina da parte dell’assessore Mirabella del presidente delegato, nei casi in cui l’assessore non potrà essere presente, e all’elezione del vicepresidente e dell’ufficio di presidenza, con 79 votanti sui 95 componenti dell’assemblea.
Da oggi, e sino alla scadenza del consiglio comunale, è operativo l’organismo consultivo del Consiglio e della Giunta della città di Catania, istituito nel 2003 come strumento di partecipazione  alla vita politica e civica dei giovani dai 15 ai 30 anni, espressione del mondo scolastico, universitario, associativo, sportivo, politico.
Hanno partecipato all’incontro il presidente della Commissione consiliare Politiche giovanili, Giovanni Grasso, componente di diritto dell’ufficio di presidenza,  che ha evidenziato il grande lavoro svolto insieme con l’assessore e il vicepresidente Luca Sangiorgio (presente all’incontro), i direttori delle Politiche giovanili, Paolo Italia (componente dell’ufficio di presidenza), e della Cultura, Paolo Di Caro, la responsabile dell’ufficio competente, Giusy Balsamo con Antonella Fleres e altri addetti del gruppo di lavoro.
“Ho sempre riservato grande attenzione al mondo giovanile – ha detto il sindaco Salvo Pogliese e considero di grande rilevanza il ruolo della consulta, che si inserisce a pieno titolo nell’ambito di un percorso partecipativo che fa parte dell’azione di confronto e ascolto proprio della nostra amministrazione. Siamo pronti ad analizzare e raccogliere tutte le proposte, i suggerimenti e le sollecitazioni che riterrete opportuno rivolgerci- ha sottolineato il primo cittadino – nell’interesse della nostra città e in particolar modo della fasce di età che rappresentate”.
“La sede della Consulta – ha annunciato l’assessore Mirabella è lo storico Palazzo Tezzano, in piazza Stesicoro, che già il 29 luglio accoglierà la prima riunione del direttivo. L’Assemblea si svolgerà invece il 3 settembre, in modo da essere pronti a programmare iniziative e progetti con la ripresa di tutte le attività, dalle scolastiche e universitarie alle sportive e associative, che animano la nostra città. La consulta sarà il nostro fondamentale punto di riferimento e di informazione per il mondo dell’associazionismo giovanile, per i gruppi e anche i singoli ragazzi interessati alla realizzazione di iniziative che prevedano il coinvolgimento dell’amministrazione e delle istituzioni”.
Il presidente delegato Davide Cicero, che fa parte dell’associazione italiana osservatori calcistici, dopo aver ringraziato sindaco e assessore, ha rivolto un appello all’assemblea per un lavoro comune e sinergico volto a rispondere alle tante esigenze che i giovani  porteranno all’attenzione dell’assemblea attraverso i loro rappresentanti.
Anche il vicepresidente Piersalvo Catania, gruppo popolari autonomisti di Sicilia, “eletto con un plebiscito” come ha evidenziato l’assessore Mirabella, ha spronato i tanti ragazzi presenti a lavorare per rispondere al meglio a quelle che sono le finalità della consulta. Tra queste, favorire il raccordo tra i gruppi giovanili e le istituzioni, contribuire all’elaborazione degli atti comunali di programmazione e di pianificazione  che incidono sulla condizione di vita e di lavoro dei giovani, a promuove progetti, ricerche, incontri e dibattiti pubblici su temi attinenti alla condizione giovanile; proporre al Consiglio comunale e alla Giunta progetti e iniziative finalizzati a prevenire e a recuperare i fenomeni di disagio giovanile.
Nel corso dell’incontro è intervenuto anche Paolo Rizzo, rappresentante della Consulta regionale, per sottolineare l’importanza dell’organismo consultivo in una grande città come Catania e per aprire a future collaborazioni.
I membri del direttivo sono espressione di queste associazioni o gruppi: Unione sportiva Acli Sicilia comitato provinciale di Catania (Luca Naselli), Patria futura (Giorgio Platania),  Arcadia (Giuseppe Arona), Alleanza universitaria (Salvatore Di Carlo), In campo con Pogliese (Irene Quartararo), Ass. Acli della provincia di Catania (Vincenzo Coppola).
Le operazioni di scrutinio hanno coinvolto Chiara Sapienza e Andrea Girlando insieme con Rocco Arena, Mario Sciuto, Elena Plantera.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*