A Vaccarizzo dal 17 luglio una mini rassegna di quattro spettacoli nell’incantevole scenario dell’Anfiteatro Thalos

L'Anfiteatro Thalos

Nella nuova ed incantevole struttura dell’Anfiteatro Thalos (dal nome del valoroso guerriero troiano reso pazzo con dei veleni da Medea e ucciso dall’argonauta Peante), nel territorio di Vaccarizzo-Augusta – Lentini, il coraggio di un privato in un paesaggio naturale di rara bellezza e l’intraprendenza di Alba La Rosa, nei panni di organizzatrice di eventi e di direttore artistico, hanno fatto nascere un ambizioso progetto che per l’estate 2021 prevede un cartellone di quattro spettacoli, tra luglio e settembre, che serviranno a far conoscere la struttura ed a divulgare la bellezza naturale del luogo in cui l’anfiteatro opera ed è inserito. L’Anfiteatro e la mini rassegna verranno presentati sabato 10 luglio, alle ore 21.00, nel corso di una serata in cui il regista Gianni Scuto illustrerà i quattro lavori in programma e poi ci sarà spazio ai numerosi ospiti quali Aurelio Caliri con la sua fisarmonica, il cantautore Graziano Lo Bianco con alcuni brani del suo repertorio e poi lo scrittore Sal Costa presenterà il suo ultimo romanzo e Mario Bruno e Rossella Jannello si intratterranno con il pubblico sulla loro ultima fatica letteraria.

Locandina

Primo lavoro in cartellone sarà il 17 luglio, alle ore 21.00, “Medea” di Euripide con Barbara Cracchiolo, Alessandro Gambino e Domenico Maugeri, scena di Arsino Delacroix, costumi di Rosy Bellomia e regia di Gianni Scuto. Si tratta di una messinscena quasi intimista e che vede protagonisti oltre ad una Medea determinata e sanguinaria, anche il combattuto Giasone ed il vecchio Creonte. La vicenda sposta l’attenzione sugli esseri umani, sulle loro vicende, sui loro sentimenti, sugli impulsi ed il destino è determinato non dal volere degli dei ma bensì dall’azione umana. La pièce mostra tutta la disperazione, la gelosia e l’odio di Medea nei confronti di un Giasone che alla fine non può nulla contro la sua follia di donna e finisce per essere travolto dalla sua personalità, dal suo carisma femminile.

Secondo appuntamento sabato 24 luglio, alle ore 21.00, con lo spettacolo musicale “Sisters up band”, progetto varato nel 2015 da una band, diretta e coordinata dal chitarrista Carmelo Di Prato, formata dalle voci di Susanna Di Mauro, Giuliana Santangelo, Angela Aloisi ed Angela Bruno accompagnati da quattro musicisti. Il repertorio della band, che ripercorre lo swing, è basato su brani dal sapore retrò, dagli anni Trenta ai giorni nostri.

Il 31 luglio, sempre alle ore 21.00, in scena il recital musicale “Fantasticheria… mare di provvidenza” di Antonella Sturiale, musiche originali di Alessandro Cavalieri, regia di Enrico Pappalardo. Lo spettacolo, tratto dalla raccolta “Vita dei campi” e dalla novella “Fantasticheria”, rievoca attraverso la voce narrante di Agata Raneri il dialogo ideale tra il narratore, lo stesso Verga ed una sua amica francese che con lo scrittore verista osserva la vita di paese identificabile con Aci Trezza, calata nella monotonia di una società immobile, passionale e sofferente.

La mini rassegna si concuderà giovedì 4 settembre alle ore 21.00 con “Lettera al padre” di Franz Kafka, originale affresco familiare che, su ritmi elevati ed una atmosfera Yiddish, descrive le peripezie morali, etiche, punitive ed autoritarie subite dal giovane Kafka da un padre pedante, moralista e bigotto che rende al figlio la vita al figlio e futuro scrittore difficile ed intrisa di frustrazioni. Protagonisti della pièce Alberto Abbadessa, Barbara Cracchiolo, Alessandro Gambino, Simona Gualtieri e Domenico Maugeri. Scene di Bernardo Perrone, costumi di Sara Bellomia e regia, con numerosi brani della tradizione musicale yiddish, di Gianni Scuto

Informazioni: Dopo ogni spettacolo sarà servita la cena a buffet. Spettacolo con cena a buffet 30,00 €. Per info, prenotazioni e gestione distanziamento e rispetto delle misure previste per il contrasto e il contenimento del Covid-19 Tel 3925000384 – S.S. Ct-Sr Km 127 – Augusta (5 mt dalla curva del pane condito di Vaccarizzo).

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*