Ersilia Saverino sul campo, piazza ed ex scuola abbandonata di via Moncada nel rione Angeli Custodi: “Le istituzioni devono intervenire immediatamente”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera aperta inviata dalla Presidentessa dell’Assemblea Provinciale di Catania per il Partito Democratico, Ersilia Saverino. 

Una piazza, una campetto ed una ex scuola. Luoghi di cultura e di aggregazione, tra via Toledo e via Moncada, che, nel rione degli Angeli Custodi, restano tali solo sulla carta. La realtà parla di degrado, emarginazione e abbandono. Contesti dove la microcriminalità prolifera indisturbata. 

Come Presidentessa dell’Assemblea Provinciale di Catania per il Partito Democratico la sottoscritta Ersilia Saverino ha più volte ribadito che nei quartieri periferici della città serve creare apparati sociali sani, che permettano di investire nella cultura e promuovere così, soprattutto tra i più piccoli, valori come la legalità, la cittadinanza attiva e l’aggregazione. 

Sulle condizioni dell’ex materna della “Livio Tempesta”, sul campetto di calcio vicino e la piccola piazza si discute puntualmente quasi ogni anno. Ma stavolta la volontà di tutto il tessuto sano della città dev’essere quello di dire basta ad un’area nel cuore di San Cristoforo che è solo una pattumiera a cielo aperto. Qui i sogni dei ragazzi e le loro aspettative fanno a pugni con una realtà difficile che affoga nella spazzatura. Bisogna lavorare per riqualificare il campetto e coinvolgere le associazioni e le parrocchie del territorio per realizzare un punto di aggregazione stabile all’interno della piazza.  

Una metamorfosi che dovrebbe riguardare pure l’ex materna della “Livio Tempesta che nel 2010 venne chiusa per i continui raid vandalici. Far sviluppare l’idea di un complesso sportivo in cui includere  anche l’ex fabbrica per la lavorazione delle mandorle; altro sito abbandonato nel cuore di Catania.

Ersilia Saverino, Presidentessa dell’Assemblea Provinciale di Catania per il Partito Democratico 

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*