Pronta a partire, tra fine luglio e fine settembre, l’attività estiva del Centro Magma di Catania, tra musica e teatro ed all’insegna del Quarantennale (1981-2021)

Centro Magma

Il Centro culturale e teatrale Magma di Catania, diretto da Salvo Nicotra, dopo la chiusura di ogni attività concertistica e teatrale nella propria sede, la storica Sala Magma di via Adua 3, imposta dalla pandemia che continua a tenere ancora in ansia tutti gli operatori dello spettacolo, in occasione dei quarant’anni di attività (1981-2021), ha programmato un’estate abbastanza vivace in cui sono previste una serie di iniziative coerenti con l’ininterrotta storia quarantennale, sia nel campo teatrale che in quello musicale.

Salvo Nicotra

“Mi sembra che, purtroppo, – ribadisce il direttore artistico Salvo Nicotra ancora non si sia prossimi al ritorno della “normalità”: l’ottusità sfrenata di troppe persone, alimentata dal complicato intreccio di interessi economici e rappresentata pervicacemente dagli opportunismi di certi politici, si frappone tra i sani tentativi di ripresa e la prudenza. Così, noi operatori dello spettacolo dal vivo siamo sospesi tra la naturale esigenza di esprimerci fra la gente e l’ancora ampia incertezza delle condizioni. Seppure con la velatura di malcelata ansia il Centro Magma non si tira indietro ed è pronto a scendere in campo con una attività di rilievo, musicale e teatrale, anche all’interno del cartellone estivo del Comune di Catania, tra Acireale, Castello Ursino, Giardino di Scidà e in alcuni spazi, messi a disposizione da parrocchie della periferia urbana (Librino e San Nullo). In autunno, poi, si spera di potere organizzare con l’Amministrazione comunale un momento celebrativo del quarantennale del Centro”.

Senio Alirio Diaz e Salvatore Daniele Pidone

L’estate del Centro Magma comincerà a fine luglio (29, 30 e 31) all’insegna della musica e con il primo “International Guitar Festival Alirio Diaz”, progetto artistico di Salvatore Daniele Pidone, sei concerti ad Acireale, all’Auditorium del “Cappellani Megastore” in via Lazzaretto 22 (dove si era verificata la brusca interruzione dell’attività concertistica nel 2019), in ricordo di Alirio Diaz, venezuelano per nascita, italiano per scelta e che più volte è stato ospite del Centro Magma sia come concertista checome didatta. Le tre serate, condotte da Antonio Caruso, vedranno esibirsi giovani promesse, il Duo Senio Alirio Diaz e Salvatore Daniele Pidone, Stefano Sergio Schiattone, ci sarà l’omaggio ricordo al maestro Giuseppe Torrisi e l’esibizione del maestro Simone Onnis. Previsti poi altri due concerti al Castello Ursino di Catania il 9 settembre (“Soundtracks and Musical” con Sandy Troina e Mario Nicotra) e il 10 (Duo Italia-Agrò, Flauto e Chitarra).

Antonio Caruso – Foto Simone Nicotra

Per il teatro, che sarà presente sul territorio nel modo più ampio, per saldare quanto più significativamente possibile il rapporto con la gente, il Centro Magma proporrà al Castello Ursino tre produzioni: due dell’attore, regista e autore Antonio Caruso (“Il Drammaturgido” il 28 agosto e “Dialoghi senz’Atti” il 29) ed uno del compianto giornalista e drammaturgo Giuseppe Mazzone (“No, non sono Molly Bloom”, con Barbara Cracchiolo, l’11 e 12 settembre).

Barbara Cracchiolo

Nel Giardino di Scidà, in via Randazzo 27, l’1, il 15 e 22 settembre, si darà poi risalto a Dante nel settecentesimo anniversario della morte, mentre in alcuni spazi, messi a disposizione da parrocchie della periferia urbana (Librino e San Nullo), verranno proposte, il 23, 26 e 30 settembre, delle produzioni di carattere “popolare”(“Martoglio ‘21” e “Il cortile”) a cura di Alfio Guzzetta.

Alfio Guzzetta

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*