Le vacanze in Alto Adige alla scoperta dei nuovi vini di Este-Neue

L’immutabile fascino della montagna e delle sue vette, l’opportunità di trascorrere intere giornate a contatto con una natura ancora incontaminata per praticare attività sportive o semplicemente per rilassarsi, lasciandosi coccolare dalle tante specialità culinarie a disposizione e da vini fragranti e leggiadri. Sono solo alcuni dei tanti motivi che ogni anno convincono moltissimi visitatori a decidere di trascorrere le loro vacanze in Alto Adige – Südtirol.

È una meta sempre più amata e richiesta da chi in estate intende trovare un luogo ideale per recuperare le proprie energie e lo è ancora di più quest’anno: il lungo lockdown ha aumentato il desiderio di volersi rigenerare tra gli splendidi panorami che le montagne alpine sanno regalare” spiega Andrea Moser, enologo di Erste+Neue, storica cantina con sede a Caldaro, a due passi dall’omonimo e famoso lago. “Abbiamo la fortuna di lavorare in uno dei villaggi vitivinicoli più belli al mondo, immerso all’interno di un paesaggio straordinario, dove a perdita d’occhio si fondono i riflessi delle acque del lago di Caldaro, i frutteti e naturalmente i vigneti, che dalla Costiera della Mendola arrivano fino ai piedi delle Dolomiti”.

I vini di Erste+Neue rispecchiano sempre il profondo legame che unisce i vigneti dai quali nascono alle montagne che vegliano intorno ad essi, creando un connubio che poi trova riscontro nei profumi e sapori presenti nel bicchiere. Ed è quello che succede anche con gli ultimi due nuovi vini che hanno arricchito ulteriormente la gamma di Erste+Neue: la Cuvée White Peak e il Rosé Black Peak.

La nostra linea Basic è l’ultima nata e interpreta perfettamente la filosofia della nostra cantina e del suo claim “Wines for your #PEAKMOMENTS” continua Andrea Moser. “Sono vini di grande freschezza e piacevolezza, che sanno accompagnare perfettamente i sereni momenti di svago e relax che molti trascorrono proprio in questo periodo in mezzo alle nostre montagne”.

Entrambi i vini sono un omaggio a due montagne, meta di molti appassionati e che fanno parte della splendida vista che si osserva da Caldaro. La Cuvée White Peak, un blend di Pinot Bianco, Chardonnay e Sauvignon, è dedicata al Corno Bianco, che rapisce lo sguardo in ogni stagione grazie alla sua leggera roccia dolomitica. Il Rosé Black Peak, che unisce Cabernet, Merlot e Pinot Nero, è invece un omaggio al suo gemello, il Corno Nero, affascinante con il suo colore rosso-grigio dovuto alla presenza di porfido quarzifero.

Sono due vini perfetti per l’estate” commenta l’enologo di Erte+Neue. “Fruttata e aromatica, la Cuvée White Peak è leggera e fresca come le brezze delle Dolomiti e perfetta per un aperitivo con gli amici. Il Rosé Black Peak è ideale con un tagliere di speck, ma anche con piatti a base di pesce, ad esempio la trota, che popola i corsi d’acqua della nostra zona”.

Equilibrio, freschezza e un profilo aromatico sempre accattivante sono caratteristiche che contraddistinguono la filosofia produttiva di tutti i vini di Erste+Neue a partire dalla linea Puntay, che rappresenta l’eccellenza della cantina, con la presenza di vini che coniugano lo spirito alpino e l’eccellenza organolettica dei singoli vitigni, coltivati nei migliori appezzamenti dei soci della cooperativa vitivinicola.

Autenticità e dinamicità non mancano, infine, ai vini della Linea Classic, che fanno della versatilità a tavola la loro arma vincente: una ricca gamma di vitigni tipici dell’Alto-Adige che si abbinano con molte preparazioni culinarie.

Erste+Neue nasce dalla fusione nel 1986 di Erste Kellerei, prima cantina sociale di Caldaro nata nel 1900 con Neue Kellerei, cantina sociale nata nel 1925. Erste+Neue rappresenta una delle realtà più storiche ed importanti del territorio altoatesino. I vigneti si estendono dai pendii terrazzati del Lago di Caldaro ad altre zone in altitudine nella provincia Altoatesina, ed i vini prodotti sono riconosciuti per carattere, coerenza stilistica e un timbro alpino di grande freschezza. Due le linee di produzione: una linea classica, e una linea di eccellenza, Puntay, che enfatizza elegantemente le caratteristiche varietali dei vitigni di provenienza. 

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*