Parte domani ad Acireale, con il primo “Festival chitarristico internazionale Alirio Diaz”, l’attività estiva del Centro Magma di Catania, all’insegna del Quarantennale

All’insegna dei quarant’anni di attività (1981-2021), è pronta a ripartire, dopo la forzata sosta per la pandemia, l’attività musicale e teatrale del Centro culturale e teatrale Magma, diretto da Salvo Nicotra. Il Centro, che è stato costetto ad interrompere ogni programmazione concertistica e teatrale nella propria sede, la storica Sala Magma di via Adua 3, ha adesso allestito un programma ricco di appuntamenti, anche all’interno del “Catania Summer Fest” curato dall’Amministrazione comunale, in cui sono previste iniziative coerenti con l’ininterrotta storia quarantennale.

Locandina Festival

Primo appuntamento già domani, 29 luglio, ad Acireale con con il primo “Festival chitarristico internazionale Alirio Diaz”, progetto artistico di Salvatore Daniele Pidone, in ricordo di Alirio Diaz, figura più rappresentativa nel panorama musicale e chitarristico mondiale, scomparso nel 2016, venezuelano per nascita, italiano per scelta e che più volte è stato ospite del Centro Magma sia come concertista che come didatta. Il festival,che si svolgerà all’Auditorium del “Cappellani Megastore” in via Lazzaretto 22, ad Acireale (dove si era verificata la brusca interruzione dell’attività concertistica nel 2019), è suddiviso in tre serate (29, 30 e 31 luglio), condotte da Antonio Caruso e comprende sei concerti.

Soddisfatto di questo primo Festival in Sicilia, intestato ad Alirio Diaz, il maestro Salvatore Daniele Pidone che cura il progetto artistico. “Oggi, a distanza di anni dalla scomparsa del maestro Alirio Diaz – spiega il maestro Pidone –  sento il bisogno e la necessità di ricordarlo con questo Festival, unendomi a tutti gli altri organizzati, nel frattempo, in varie parti del mondo. Ho anche pensato in tale occasione ad un tributo e ricordo del maestro Giuseppe Torrisi e spero con questa prima edizione di sensibilizzare il territorio con iniziative musicali rivolte soprattutto ai giovani”.

Il maestro Alirio Diaz con Salvatore-Daniele Pidone

La prima serata del Festival il 29 luglio proporrà alle 17.15, per la sezione giovani promesse, Federico Petraliti e poi alle 18.15 il Duo Senio Alirio Diaz e Salvatore Daniele Pidone (programma del concerto incentrato su musiche di autori italiani e venezuelani, Scarlatti, Sor e Brahms).

Il 30 luglio è previsto prima, alle 17.15 il concerto di Stefano Sergio Schiattone (musiche di Barrios Mangorè, Lauro, Rodrigo, Schiattone) e poi alle 18.15 l’omaggio-ricordo al maestro Giuseppe Torrisi con diverse esibizioni (Dario Bitetti, Massimo Martines, Santy Masciarò, Duo Giuliani Massimo Genovese e Michele Gagliano, Senio Diaz, Duo Maurizio Agrò – Nelly Italia e Stefano Sergio Schiattone).

Il festival si chiuderà il 31 luglio con la giovane promessa Chiara Cantore e poi alle 18.15 con l’esibizione del maestro Simone Onnis (musiche di Domeniconi, York, Jannarelli, Torrisi, Carrillo, Tarrega).

Il maestro Simone Onnis alla Sala Magma di Catania

“Il Centro Magma – ribadisce il direttore artistico Salvo Nicotranacque nel 1981 dalla volontà di alcuni giovani, provenienti da varie esperienze e tra loro c’erano alcuni componenti del “Gruppo Rinascita del Canto Popolare”, che determinarono ab initio una particolare vocazione proprio nei confronti della musica. Con gli anni tale vocazione si è consolidata trasformandosi in uno dei principali rami dell’attività, grazie all’apporto, nella progettazione artistica, di tanti importanti musicisti che hanno anche permesso l’estensione dell’interesse a tutti i generi, creando ed alimentando quella programmazione che ha assunto la significativa denominazione di “Fuorischema”.

Salvo Nicotra

Tra questi cito Alberto Alibrandi, Mata Zerbo, Nunzio Schilirò, Davide Sciacca, Tania Cardillo e Salvatore Daniele Pidone che del gruppo GRP faceva parte e che in questi quarant’anni ha garantito una presenza quasi costante al fianco della direzione artistica. A lui, per la parte che riguarda la musica, è dovuta la pervicacia della riapertura con questa manifestazione dedicata ad un personaggio che appartiene di diritto alla storia come Alirio Diaz, ospite parecchie volte del Centro Magma. Per ricordarlo Pidone ha allestito questo Festival dall’ampio respiro che pone, non a caso e quindi significativamente, accanto ad artisti già affermati giovani proiettati verso il futuro. E sembra proprio un modo fantastico, il migliore, per “ricominciare”.

Dopo il Festival l’attività del Centro Magma proseguirà, all’interno del “Catania Summer Fest”, tra fine agosto e fine settembre, con tre spettacoli teatrali, due concerti al Castello Ursino, tre rappresentazioni al Giardino di Scidà, in via Randazzo 27, nel settecentesimo anniversario della morte di Dante e con delle produzioni di carattere popolare in alcuni spazi messi a disposizione da parrocchie della periferia urbana (Librino e San Nullo).

Il Quarantennale del Centro

Per il Festival prenotazioni all’indirizzo: igfaliriodiazsicilia@libero.it e comunque per gli altri spettacoli in programma ci si dovrà attenere alle disposizioni anti Covid-19 con prenotazioni tramite posta elettronica (mail@centromagma.it) e nella richiesta si dovranno indicare dati anagrafici e un recapito telefonico e sarà data conferma dell’avvenuta prenotazione, sarà obbligatorio indossare correttamente la mascherina durante la permanenza all’interno del locale. Info: 333. 3337848.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*