Misericordie catanesi in prima linea nell’emergenza incendi

Mezzo della Misericordia

È stata una giornata intensa, quella del 30 luglio, sul fronte dell’emergenza incendi nel territorio di Catania. A supportare i soccorsi dei Vigili del Fuoco, del sistema di emergenza 118, della Protezione Civile Regionale e di tutti gli altri enti preposti al soccorso, anche il valido e silenzioso intervento dei volontari del Comitato delle Misericordie della provincia di Catania. A scendere in campo fino a notte fonda, su attivazione della centrale MAC del 118, le Misericordie di Catania Porto, Catania Santa Maria di Ognina e Catania San Leone che hanno messo a disposizione diversi mezzi di soccorso sanitario e di trasporto disabili, grazie all’impiego di diverse decine di volontari.

“Appresa la notizia dell’evacuazione del lido Le Capannine e del limitrofo villaggio Turistico Europeo, tramite unità SAR della Capitaneria di Porto” ha spiegato Alessandro Colombo, Governatore della Misericordia di Catania Porto, “ho dato immediata disponibilità sia al coordinatore area emergenze che al responsabile MAC, allertando i volontari. All’arrivo dell’unità SAR della Capitaneria, abbiamo preso in carico alcune persone che hanno riportato intossicazione da fumo, ospedalizzandone una di loro”. Intervento difficile anche per la Misericordia di Catania Santa Maria di Ognina, che è intervenuta al Villaggio Ippocampo a seguito dello scoppio di una bombola di gas.

“La macchina dei soccorsi delle Misericordie catanesi ha funzionato perfettamente anche in questa occasione” ha detto anche Alfredo Distefano, Presidente del Comitato delle Misericordie di Catania. “Il Comitato provinciale delle Misericordie di Catania rappresenta uno degli anelli più operativi che viene attivato durante le maxi emergenze del territorio, attraverso l’impiego di mezzi adeguati e personale altamente qualificato. I nostri volontari, proprio in queste giornate, sono impegnati non solo sul fronte sanitario ma anche sul fronte degli incendi con il supporto ai Vigili del Fuoco e Forestale attraverso l’impiego di moduli antincendio di proprietà delle associazioni o date in uso dal Dipartimento Regionale di Protezione Civile”. Le Misericordie consigliano inoltre a tutti i cittadini – e specialmente ai più anziani – di evitare di uscire nelle ore più calde della giornata considerata l’allerta legata al caldo valida fino al prossimo 6 agosto.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*