Serie C, Catania battuto 2-1 al “Massimino” dal Bari al 94′, dopo il pari del giovane Moro

Catania-Bari 1-2

E’ arrivata la terza sconfitta consecutiva ed ancora nel recupero per il Catania di Francesco Baldini che in un afoso “Massimino” è stato superato al 94′ da un Bari ben attrezzato, con più qualità nel gioco, che proprio alla fine del match è riuscito ad aggiudicarsi i tre punti. Etnei ordinati e prudenti nel primo tempo e che nella ripresa, dopo aver subito lo svantaggio e grazie agli innesti di Moro, Piccolo, Russini, Greco, si sono dati molto da fare, giocando una buona ripresa, pareggiando con l’intraprendente Moro (subentrato ad uno spento Sipos) ma vanificando tutto proprio nel recupero con un rinvio difettoso della difesa che ha portato al vantaggio definitivo di Simeri.

Bari che con la qualità dei suoi uomini ha gestito il gioco nel primo tempo arrivando dalle parti di Stancampiano con quattro tocchi. Rossazzurri con un assetto solido e prudente, raccolto, pronti al contropiede, ma con un Sipos davvero impalpabile. Elegante e concreto invece il possesso palla dei pugliesi, però, poco lucidi sotto porta con Cheddira grazie anche all’attenzione dei centrali etnei Ercolani-Monteagudo. Nel finale nervosismo con tre ammoniti. 

Nel secondo tempo Bari subito pericoloso con Terranova che si vedeva respingere un tiro da Stancampiano, ma al secondo tentativo di testa, al 52′, su calcio d’angolo, realizzava l’1-0.  Difesa del Catania in confusione e pugliesi che per un soffio non raddoppiavano. Mister Baldini poi mandava in campo Piccolo e Moro per Rosaia e Sipos e si passava al 4-2-3-1. Ancora occasioni per il Bari con Botta che sfiorava il raddoppio con una conclusione insidiosa. Ma un Catania più intraprendente trovava il pari al 70′ con Moro di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Sull’1-1, complice il caldo e la stanchezza le due squadre rallentavano il ritmo e si alternavano gli errori nel palleggio da entrambe le parti. Ma quando la gara sembrava indirizzata sul pareggio ecco che al 94′ arrivava l’errore in disimpegno di Monteagudo che consentima a Simeri di segnare di testa. Sul vantaggio dei pugliesi si concludeva il recupero e la partita.

Per il Catania dopo una sola vittoria e tre sconfitte in campionato inizia a farsi preoccupante e nel prossimo turno, il 27 settembre, i rossazzurri etnei sono attesi da una difficile trasferta in casa del Catanzaro.

di Maurizio Sesto Giordano 645 Articoli
Giornalista con esperienza trentennale nella carta stampata, ha collaborato per oltre venticinque anni col “Giornale di Sicilia”. Cronista e critico teatrale, da anni collaboratore dell’associazione Dramma.it, cofondatore nel 2005 del quotidiano di informazione www.cronacaoggiquotidiano.it. Esperto in gestione contenuti, editing, video, comunicazione digitale e newmedia, editoria cartacea, consulenza artistica, teatrale e sportiva.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*