“Passato, presente e futuro: conversazioni sul teatro pubblico in Italia”, l’8 ottobre

Mostra Turi Ferro - Foto Antonio Parrinello

L’intensa programmazione autunnale al Teatro Stabile di Catania segna anche la conclusione del progetto speciale per le Celebrazioni nei 100 anni dalla nascita di Turi Ferro. Mentre nel ridotto del Teatro Stabile di Catania resterà visitabile fino al 9 ottobre la mostra “Turi Ferro e il Teatro Stabile di Catania. Storia di un amore”, l’8 ottobre alle ore 19.00 sono in programma le “Conversazioni sul Teatro pubblico in Italia: passato, presente e futuro”, tavola rotonda organizzata in collaborazione col Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania, partner del progetto insieme alla Fondazione Domenico Sanfilippo editore, all’Istituto di Storia dello Spettacolo siciliano e alla Fondazione Turi Ferro. 

L’obiettivo della tavola rotonda è appunto interrogarsi sul ruolo del teatro pubblico a cento dalla nascita non solo di Turi Ferro ma anche di altri importanti “padri fondatori” (tra cui Ivo Chiesa, Giorgio Strehler o Paolo Grassi) in un momento storico in cui è di fondamentale importanza la necessità di ridefinire questo ruolo non solo dal punto di vista culturale, ma anche nell’ottica della ripartenza economica e sociale.

Dopo i saluti istituzionali della vicepresidente del Teatro Stabile di Catania Lina Scalisi e dell’assessore regionale al Turismo e spettacolo Manlio Messina, moderati dalla prof.ssa Stefania Rimini interverranno il regista Guglielmo Ferro, con un focus sul passato del teatro pubblico in Italia, la direttrice del Teatro Stabile di Catania Laura Sicignano e il direttore del Teatro Stabile di Torino e presidente di Federvivo Filippo Fonsatti, con un focus sul presente e il fondatore di Ateatro Oliviero Ponte di Pino, con un focus sul futuro. 

Si spazierà così dalla dimensione territoriale a quella nazionale, interrogandosi sulle direzioni e le necessità del teatro anche alla luce del nuovo disegno di legge per lo spettacolo dal vivo. L’evento si svolgerà online e sarà aperto a tutti (basta prenotarsi scrivendo a info@teatrostabilecatania.it). 

Turi Ferro – 1969-’70- La violenza

A chiudere questo lungo anno di celebrazioni sarà poi, il prossimo 24 ottobre, la presentazione del libro “Turi Ferro. Catania per palcoscenico”,  a cura della Fondazione Domenico Sanfilippo editore. Il volume, che conterrà interviste, foto ed alcune pagine inedite dei suoi diari, si propone di tratteggiare un profilo a tutto tondo di Turi Ferro evidenziando soprattutto il suo legame con Catania e il Teatro Stabile etneo ma anche la sua capacità di comunicare al mondo l’identità e la cultura siciliana.

A curarlo è stato Giorgio Romeo, direttore di Sicilian Post, che ha scelto di dargli un taglio agile e approfondito al tempo stesso, alternando alcune storiche interviste e ritratti giornalistici di Turi Ferro con una narrazione del curatore che legherà le varie fasi dell’attività dell’artista, facendone emergere il carattere per nulla provinciale. Particolare attenzione sarà dedicata anche al rapporto che Turi Ferro, anche quando si esibì nei principali teatri internazionali o quando si dedicò al cinema, mantenne con la città, con i suoi luoghi, e con alcuni suoi personaggi (da Mario Giusti a Pippo Baudo). Alla presentazione catanese del libro sarà presente anche il critico teatrale Masolino D’Amico, che ne firma la prefazione. 

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*