Riparte il 15 ottobre, con il classico “Lu Cavaleri Pidagna”, la stagione del Teatro L’Istrione di Catania con la rassegna “Tutto per bene”, sei spettacoli fino a maggio 2022

Teatro L'Istrione

Finalmente, dopo ben due anni di inattività, il Teatro L’Istrione di Catania è pronto a riaprire le proprie porte alla città. “La rassegna di prosa – spiega Valerio Santi, direttore de L’Istrione – di quest’anno è intitolata “Tutto per bene” un titolo scelto non a caso, affinché possa essere un augurio di buon auspicio nonché un invito a ritornare alla vita e a ricominciare nel modo migliore, facendo tutto per bene. Una stagione teatrale all’insegna del divertimento e di grande qualità, composta non più da cinque appuntamenti, come negli anni precedenti, ma bensì da sei, poiché la voglia di ritrovarsi è davvero tanta. Ad aprire la stagione sarà un classico del nostro repertorio di tradizione popolare “Lu Cavaleri Pidagna “ di Luigi Capuana, spettacolo già in programma nella precedente stagione purtroppo sospesa, in scena venerdì 15 e sabato 16 ottobre alle ore 21.00 e domenica 16 alle ore 18.00. In scena insieme a Valerio Santi – che oltre a curare la regia dello spettacolo veste i panni del Cavaliere – Concetto Venti, Salvo Scuderi, Marta Limoli, Mirella Petralìa, Tino Mazzaglia, Federica Amore e la partecipazione di Davide Politano e la piccola Marta Grasso.

Valerio Santi

A seguire sarà il turno di una compagnia ospite che da ben un secolo attraverso quattro generazioni, è portatrice della nostra cultura in tutto il mondo, una compagnia che non ha bisogno di presentazioni, ovvero la Compagnia F.lli Napoli – Opera dei pupi – Catania, in scena a novembre 2021 con “La tragedia di Riccardo III” di William Shakespeare in un emozionantissimo adattamento per pupi catanesi curato da Alessandro Napoli; si prosegue ancora con una novità assoluta “Una cernia di troppo”, divertentissima commedia contemporanea di Valerio Santi ispirata al film “Il fico d’india” di Steno con Renato Pozzetto, Gloria Guida e Aldo Maccione, in scena a dicembre 2021 con Filippo Brazaventre, Valerio Santi e Marina La Placa; a seguire un’esilarante ed elegante commedia francese “I ciarlatani in Ispagna” di Eugène Scribe in scena a febbraio 2022; penultimo appuntamento della stagione è invece un classico del Teatro che da sempre diverte il pubblico di qualunque età “Anfitrione” di Tito Maccio Plauto in scena ad aprile 2022 con Filippo Brazzaventre e Debora Bernardi; infine, si conclude con un capolavoro della drammaturgia napoletana con musiche dal vivo, ovvero “La musica dei Ciechi” del grande Raffaele Viviani, in scena a maggio 2022″.

Cartellone stagione ’21-’22

Vi saranno inoltre spettacoli fuori abbonamento, spettacoli di teatro-danza e danza contemporanea, nonché a gennaio il ritorno della rassegna Tè-Atro | monologhi e tazze da tè; ricominciano anche le nostre attività formative come la “Scuola di avviamento al Teatro” dagli 8 ai 14 anni e il laboratorio di narrazione teatrale “Il quinto rigo” realizzato in collaborazione con lo studio Mojopin di S. Agata Li Battiati. L’accesso ai locali è consentito solo per gli spettatori muniti di green pass e in possesso della mascherina

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*